menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Discoteca

Discoteca

Accoltellamento al Dolce Vita, lo sfogo del titolare: "Anno maledetto"

Mirra: "La nostra struttura è nata nel 1971 e da allora non ci sono mai stati episodi simili, oltre 40 anni di puro divertimento e sicurezza, il 2013 è davvero un anno maledetto per noi da questo punto di vista"

Prendono le distanze dall'episodio scellerato avvenuto sabato, i gestori del Dolce Vita, dove negli ultimi mesi si sono susseguiti diversi episodi di violenza.  “Ormai siamo davvero distrutti da tutti questi episodi – ha confessato il proprietario del DolceVita Discoteque, Armando Mirra - siamo stanchi di essere presi di mira da ogni parte. La nostra struttura è nata nel 1971 e da allora non ci sono mai stati episodi simili, oltre 40 anni di puro divertimento e sicurezza, il 2013 è davvero un anno maledetto per noi da questo punto di vista".

"Ma non è un momento delicato solo per noi, è una società ormai balorda, malata, basti pensare che a Salerno c’è stata anche un’aggressione a 3 vigili, oltre all’accoltellamento”. Mirra sottolinea l’importanza della presenza degli addetti alla sicurezza e delle guardie giurate che, sia in questo episodio che in quello precedente, sono intervenuti fermando il balordo: "Tutto si è svolto velocemente i nostri addetti alla sicurezza hanno l’esperienza e la competenza per agire tutelando i presenti e collaborando con le forze dell’ordine, anche grazie al sofisticato sistema di telecamere che ci permette di individuare subito i malviventi”.

“Siamo veramente esausti e stanchi – ha concluso Mirra – sembra quasi che ci sia un disegno per ledere la nostra immagine, un locale che è punto di riferimento anche a livello internazionale e che dà lavoro a tante famiglie. Io, però, non mollo, vado avanti nella speranza che questo momento passi presto. Lo faccio per il Dolcevita e per le decine di persone che lavorano con noi”.
   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento