Un chilo di droga nascosto nel Tir, diretto fuori regione: condanne definitive per tre

La Suprema Corte ha rigettato i ricorsi dei tre, senza ulteriore rinvio, rideterminando la pena per un angrese, un marocchino ed un uomo residente in Basilicata

950 chili di hashish custoditi in un tir, partito da Angri e diretto a Lavello, vicino Potenza. Diventano definitive le condanne per tre persone, come deciso dalla Cassazione, per fatti che risalgono al 2018. La Suprema Corte ha rigettato i ricorsi dei tre, senza ulteriore rinvio, rideterminando la pena per un angrese, un marocchino ed un uomo residente in Basilicata. 

L'indagine

Quel giorno, l’uomo partì dal piazzale della sua azienda, a San Valentino Torio, per Lavello. Fu fermato dalla polizia, che con una perquisizione trovò il grosso carico di droga. Il sospetto degli inquirenti è che l’uomo fungesse da corriere per altri, mai individuati. Finanza e poliziotti, in un’operazione congiunta, rinvennero nel retro del camion 946,5 chili di hashish in panetti, confezionati in 30 pacchi di cartone avvolti in un nastro adesivo da imballaggio, occultati con un carico di copertura costituito da pellet in legno. Insieme all’uomo residente nell’Agro, furono arrestate anche le altre due persone. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • Salerno a lutto, è morto Ciro Di Lorenzo: ora veglierà sulla sua Maria Pia

  • Morte di Veronica, la Lucarelli contro un giornalista locale: "Era importante specificare che fosse innamorata?"

  • De Luca sul Covid: "In Campania non si andrà nelle seconde case", poi annuncia i lavori a Salerno e Battipaglia

  • Riapertura scuole in Campania, tamponi su docenti e alunni: De Luca firma l'ordinanza

  • Natale 2020, approvato il Dpcm: ecco le regole per spostamenti, negozi e scuole

Torna su
SalernoToday è in caricamento