Stalking e minacce di morte ad una cantante di karaoke: 8 persone rischiano il processo

Un incendio al portone d'ingresso di casa, due aggressioni e minacce di morte. Sono otto le persone indagate, a vario titolo, per stalking, lesioni, minacce, incendio e in un caso, anche di detenzione di arma da fuoco

Un incendio al portone d'ingresso di casa, due aggressioni e minacce di morte. Sono otto le persone indagate, a vario titolo, per stalking, lesioni, minacce, incendio e in un caso, anche di detenzione di arma da fuoco, per quanto commesso nei riguardi di due ragazze della Valle dell’Irno. I fatti si sarebbero consumati negli ultimi mesi del 2015. Gli otto, residenti a Bracigliano, Salerno, Mercato San Severino e Nocera Inferiore, rischiano il processo, così come chiesto dalla procura.

I fatti

Nel mirino c'è una ragazza di 27 anni, insieme all’amica di 26. I fatti, ricostruiti dai carabinieri di Mercato San Severino, traggono origine nel mese di ottobre 2015, quando la vittima, presso un bar di Baronissi, fu aggredita da una ragazza, per futili motivi legati a vecchie relazioni tra i parenti delle parti. La ragazza fu picchiata, finendo con la testa su di una parete e rimediando dieci giorni di prognosi. Da lì si sarebbero poi registrati altri episodi mirati ad ad intimorire la giovane. Pochi giorni infatti ci fu una nuova aggressione, questa volta commessa da tre persone, che se la presero con la 27enne e l’amica, intervenuta in suo soccorso. Anche stavolta, le ferite riportate furono associate ad una prognosi di dieci giorni. Il 3 novembre, le due ragazze erano in un locale, quando furono avvisate che all’esterno vi era un gruppo che le attendeva, nel quale c’erano alcune delle persone che già l’avevano aggredita giorni prima. Le due furono così costrette a chiudersi in bagno, per poi chiamare i carabinieri e farsi scortare a casa. Tra gli indagati c'è anche chi risponde di detenzione d'arma da fuoco, avendola sfoggiata a - dire delle denuncianti - più volte e a scopo intimidatorio. Appena due giorni dopo, il cancello d’ingresso della casa della 27enne fu incendiato, sempre a scopo intimidatorio. La vittima veniva perseguitata in alcuni locali della Valle dell'Irno, dove si recava per lavoro, in quanto cantante di karaoke. La sua vita sarebbe stata stravolta fino alla decisione, poi, di denunciare tutto quanto subito. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La prof fa l'appello e viene sbeffeggiata dagli studenti: il caso a Salerno

  • Incidente a Salerno, perde il controllo della moto e cade: morto 16enne

  • Scontro tra auto e bici, muore Marco Aliberti: Baronissi a lutto

  • Incidente in via Croce, muore il giovane Vittorio Senatore: Cetara a lutto

  • Salerno, alunni vessati in classe: docente allontanata dalla scuola

  • Lutto nella movida, dolore e commozione per i funerali di Enzo

Torna su
SalernoToday è in caricamento