Le Camicie Nere nel monastero di San Michele: la segnalazione di Massimo La Rocca

Lo storico ha analizzato alcune foto dell'Archivio digitale del Comune di Eboli ed ha individuato nel monastero di San Michele in via Bastioni, quella che era la caserma delle Camicie Nere salernitane

Una delle foto

Lo storico Massimo La Rocca ci ha segnalato delle interessantissime foto dell'Ebad, l'Archivio digitale del Comune di Eboli, che ritraggono una caserma con alcuni militari del periodo fascista. "Le didascalie originali, parlando in modo generico di militari e musicisti, non forniscono datazioni e identificano sommariamente Salerno come luogo degli scatti, ma che, dall’osservazione del contenuto in esse immortalato, ho desunto essere state scattate nel 1940-1943 negli spazi di via Bastioni dell'ex monastero di San Michele Arcangelo - spiega La Rocca - inoltre di questo, che sappiamo d’età longobarda e soppresso nel 1866, ho desunto un fatto fino ad oggi ignoto, e cioè che, negli anni a cui risalgono le foto, era per una sua parte adibito a caserma della Miliza volontaria per la sicurezza nazionale. Tale Milizia in tutta Italia veniva indicata più semplicemente con l'acronimo MVSN o con l'espressione Camicie Nere per via delle camicie di colore nero facenti parte della divisa".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Capillarmente presente sull’italico suolo, la MVSN, rimembrando gli antichi Romani, risultava suddivisa in Legioni - continua - Salerno era la sede della 140esima Legione, la Legione Aquilia, il cui nome traeva spunto dall’importante strada consolare, appunto la Via Aquilia, che in età romana collegava Capua a Reggio passando per Nocera, Salerno, Eboli e Vallo di Diano. La Legione Aquilia a sua volta si componeva di 3 Coorti; oltre alla Coorte di Salerno, c’erano quella di Nocera Inferiore e quella di Eboli. Le foto fonte EBAD si riferiscono alla visita in Caserma di un Console della MVSN. In particolare illustrano l’arrivo, nella Caserma, del Console accolto dal Primo Seniore e dalla Milizia schierata. In una fotos sul muro sotto 3 Fasci Littori splendidamente stilizzati si legge Anno XVIII Era Fascista, quindi la Caserma fu completata nel 1939-1940; sull’antica Torre dell’ex Monastero campeggia la scritta TACI, slogan del Fascismo nel corso della Seconda Guerra Mondiale per invitare gli Italiani a non citare in pubblico informazioni relative alla sicurezza nazionale, che sarebbero potute diventare preda di spie nemiche" conclude La Rocca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si laurea a 20 anni con Lode in Ingegneria Informatica: targa per un salernitano

  • Covid-19, De Luca firma l'ordinanza: movida di nuovo sotto controllo

  • Tromba marina devasta Salerno: alberi sradicati e tegole volanti, paura al "Galiziano"

  • Test sierologici gratuiti per Covid-19 e Epatite C: l'iniziativa a Salerno

  • Il maltempo mette in ginocchio la provincia: scattano evacuazioni a Sarno

  • Dramma a Montecorvino Pugliano, donna si impicca sul balcone di casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento