menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cava, travolse otto persone fuori dalla discoteca: 20enne paganese condannato

Il giovane, difeso dagli avvocati Carlo De Martino e Antonio Langella, era accusato del reato di tentato omicidio, poi derubricato in lesioni

Travolse con l’auto otto coetanei fuori da una discoteca a Cava de’ Tirreni. Ieri, al termine del rito abbreviato, il gup del tribunale di Nocera Inferiore ha condannato ad un anno di reclusione (pena sospesa) il 20enne paganese, difeso dagli avvocati Carlo De Martino e Antonio Langella, accusato del reato di tentato omicidio, poi derubricato in lesioni, che ha visto anche riconoscersi le attenuanti generiche.

La vicenda

I fatti risalgono alla notte tra il 1 e 2 novembre 2018 quando - secondo la tesi della Procura - il 20enne insieme ad altri giovani paganesi, si recò presso una discoteca metelliana per trascorrere la serata. Ma, dopo un litigio per motivi calcistici con altri frequentatori del locale, il gruppo di Pagani andò via per aspettare gli antagonisti sulla strada e fargliela pagare. E così il 20enne, quando questi ultimi uscirono fuori, salì a bordo della sua automobile Fiat 500 per lanciarsi contro di loro terminando la corsa contro un palo della luce. Il giovane, durante l’udienza di convalida, spiegò che la sua reazione era scaturita dalla volontà di difendere il padre che, dopo essere corso in suo aiuto, sarebbe stato aggredito da alcune persone fuori dalla stessa discoteca.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ordinanze e zone: Speranza ha firmato, la Campania da lunedì è rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento