menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fonderie Pisano: il Codacons chiede l'accesso agli atti dell'Arpac

Continua la battaglia del Codacons contro le Fonderie Pisano. L'avvocato Marchetti ha inoltrato, infatti, una richiesta di accesso agli atti all'Arpac e chiede una serie di documenti relativi al periodo che corre tra il gennaio 2010 ed oggi

Continua la battaglia del Codacons contro le Fonderie Pisano. L'avvocato Marchetti, vice segretario nazionale dell'associazione, ha inoltrato, infatti, una richiesta di accesso agli atti all'Arpac e chiede una serie di documenti relativi al periodo che corre tra il gennaio 2010 ed oggi che comprende l'elenco di tutti i monitoraggi con relativi risultati effettuati sull’ambiente circostante le fonderie Pisano, quello dei controlli svolti e delle relative analisi, la copia di tutti i documenti riportanti i risultati analitici delle indagini fatte, la copia di tutte le relazioni tecniche sulle Fonderie Pisano e la copia di ogni atto o documento connesso o collegato alla tematica dell’inquinamento delle Fonderie Pisano nella valle dell’Irno.

“Abbiamo deciso di diffidare l’Arpac e chiedere l’accesso agli atti perché vogliamo una volta per tutte sapere ufficialmente cosa è stato fatto - spiega l'avvocato Marchetti - Questa è solo la prima di azioni successive che il Codacons Campania e il Codacons Nazionale intraprenderanno”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento