rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

Caos alla processione di San Matteo: dopo anni, scattano le condanne

A tutti sono state concesse la sospensione della pena e le circostanze attenuanti generiche

A distanza di sette anni, si chiude il primo grado del processo per i fatti registrati in occasione della processione di San Matteo. Erano 19 tra cittadini e portatori, gli accusati di turbativa di funzione religiosa e vilipendio di un ministro del culto. Erano stati chiesti due anni di reclusione a testa, tranne che per il capo paranza della statua di San Giuseppe che è stato assolto.

Le condanne

Scattano le condanne, dunque, per gli altri 18 imputati che non avrebbero rispettato gli accordi presi con la Curia in merito alle soste vietate a Palazzo di Città e alla Guardia di Finanza. Per la procura, gli indagati avrebbero condizionato l’andamento della processione, istigando i cittadini contro l’allora arcivescovo Luigi Moretti. A carico dei capoparanza della statua di San Matteo, il giudice ha emesso una condanna di 9 mesi, mentre 8 mesi a C.E. e 6 mesi a D.A.. I cittadini accusati di turbativa di funzione religiosa e vilipendio di un ministro del culto, saranno condannati a 4 mesi ciascuno e al pagamento di 2.500 euro di multa. A tutti sono state concesse la sospensione della pena e le circostanze attenuanti generiche.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos alla processione di San Matteo: dopo anni, scattano le condanne

SalernoToday è in caricamento