Coronavirus: "Medici di base senza protezione", lo sfogo di Augusto De Pascale

Il problema è il reperimento di dpi: mascherine, divise, guanti monouso. "Non abbiamo avuto nulla e probabilmente non ci spetta nulla: siamo convenzionati e non dipendenti. I dpi li vogliamo pagare ma ci dicano in che modo acquistarli"

"Noi medici di base a Salerno - forse di tutta la Campania - non abbiamo avuto gratis né a pagamento le mascherine a tutela della nostra incolumità e di quella altrui. Solo disponibilità a parole. Vergogna".  Ecco lo sfogo social del medico salernitano Augusto De Pascale, che ha voluto ancora una volta segnalare disagi e disfunzioni, nei giorni del coronavirus.

La richiesta

"Ci mandano carte, ci sono continui chiarimenti che peró finiscono spesso per essere di segno opposto alle indicazioni precedenti - dice Augusto De Pascale, medico di base - Ci sono pazienti in stato d'ansia, la popolazione è arrabbiata. Nel mio studio medico, a Pastena, visitiamo in media 30 persone al giorno". Il problema è il reperimento di dpi: mascherine, divise, guanti monouso. "Mi sembra ci sia un discorso del tipo" armiamoci e partite" - prosegue De Pascale - Non abbiamo avuto nulla e probabilmente non ci spetta nulla: siamo convenzionati e non dipendenti. I dpi li vogliamo pagare ma almeno ci dicano in che modo acquistarli. Adesso noi medici di base siamo diventati il primo e unico step: dopo di noi c'è solo l'ospedale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo scenario

Molto pazienti hanno paura. "Nelle comunicazioni che ricevono c'è scritto di rivolgersi ovviamente al medico di base e al pediatra, ai primi sintomi. Chi ha un problema al cuore e al fegato, in precedenza frequentava i reparti dell'ospedale ma adesso è impossibile. Siamo un baluardo ma abbiamo bisogno anche noi di certezze e di sicurezza, altrimenti rischiamo di contagiare o di essere contagiati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: sospesa la scuola fino al 30 ottobre, chiusi i circoli e stop all'asporto dopo le 21 e alle feste

  • Covid, nuova ordinanza della Regione Campania: confermate le restrizioni

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Covid-19: il coprifuoco inizia venerdì, De Luca denuncia la mancanza di personale sanitario

  • Mini-lockdown in Campania: pubblicata l'ordinanza, De Luca frena le attività e chiude le scuole

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: più smart working e nuova stretta sui ristoranti, possibile freno alle palestre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento