menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

De Luca visita il Da Procida e annuncia gli obiettivi, poi taglia corto sulla nomina del figlio

De Luca risponde al cronista che ha chiesto dell'assessorato comunale affidato al figlio: "Trova qualche connessione tra l'ospedale da Procida e la giunta comunale di Salerno? Cosa c'entra?"

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha visitato l'ospedale Da Procida di Salerno, insieme al consigliere regionale alla Sanità, Enrico Coscioni e al commissario del Ruggi, Nicola Cantone. “Il mio obiettivo è di concludere il commissariamento entro il 2017: è un obiettivo al limite della follia perché dobbiamo in tanti campi partire da sottozero ma iniziamo a puntare al governo pieno della sanità campana. Ci sono le condizioni per poterlo fare”, ha sottolineato l'ex sindaco di Salerno. “Noi siamo commissariati – spiega De Luca – perché la sanità è stato il più grande terreno di sviluppo delle clientele politiche e anche di ladrocinio. Nel 2009 siamo stati commissariati perché la Campania aveva 6 miliardi di euro di debiti, con ovvi bilanci in deficit. Siamo stati costretti ad aumentare le tasse con addizionali Irpef e Irap che ancora stiamo pagando per i debiti accumulati nell’arco dei decenni”. Sull’ ospedale spiega: “siamo riusciti a salvare questo ospedale condannato alla chiusura”. “Siamo riusciti a destinare alla struttura 110 posti letto. Deve diventare il centro di riabilitazione pubblica regionale per eccellenza. Nell’ambito di un più ampio programma generale di riorganizzazione della sanità campana, tra le altre cose, dobbiamo trovare le risorse per realizzare il nuovo ospedale Ruggi di Salerno. Non serve rattopparlo, perché rischia di cadere a pezzi. Servono 200 milioni di euro che dobbiamo trovare”, ha aggiunto.

L'idea di De Luca è quella di dar vita a gruppi dirigenti delle strutture ospedaliere e nelle ASL: "Ogni dirigente, all’atto della nomina, avrà una scheda con gli obiettivi da raggiungere e sarà verificata mese per mese. Ogni direttore generale avrà un suo programma di cui rispondere altrimenti ci sarà rimozione”, ha annunciato. Infine, alla domanda di un cronista circa la nomina di suo figlio, Roberto De Luca, come assessore comunale al Bilancio (nomina che ha suscitato numerose polemiche e critiche ndr), il Governatore ha risposto: "Trova qualche connessione tra l'ospedale da Procida e la giunta comunale di Salerno? Cosa c'entra? Io sono per il rispetto rigoroso del merito e dei principi. Se lei pensa che siano stati violati tali principi di rispetto e merito, lo deve chiedere a chi fa le scelte di cui è responsabile. Non a me. Io parlo della Sanità", ha tagliato corto l'ex sindaco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento