rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Cronaca Nocera Inferiore

Derby farsa: la Nocerina rischia mezzo milione di euro, Iannone contro Letta

Non tramonta, l'ipotesi che la Nocerina venga esclusa dai contributi della Lega Pro per l'impiego dei giovani. Intanto scende in campo anche Iannone

Non tramonta, l'ipotesi che la Nocerina venga esclusa dai contributi della Lega Pro per l'impiego dei giovani, a seguito degli scandalosi fatti di domenica allo stadio Arechi, nel derby della vergogna. Mezzo milione di mancati introiti: è questo il rischio che avrebbe corso se la squadra non si fosse presentata in campo.

Le nuove norme della Lega Pro premiano le società che schierano giocatori 'giovani', tra i 21 e i 25 anni e la Nocerina, nelle prime 11 giornate della Prima Divisione, era tra le società più virtuose con una media tra i 21 e i 22. Difficile stabilire le quote di contributi derivanti dalla legge Melandri da spartire quest'anno: la scorsa stagione erano 3 milioni di euro, e le società meglio piazzate incassarono fino a 400 mila euro. La mancata concessione dei contributi della Lega Pro in base all'età media e al minutaggio dei giocatori schierati sarebbe ammontato a circa 500 mila euro: il budget di una stagione della Nocerina è di poco superiore al milione di euro.

L'esclusione dai contributi è comunque prevista dalla Lega anche in caso di penalizzazione per violazione dei regolamenti. Nel frattempo, a  dire la sua sulla vicenda di violenza, anche il commissario della Provincia, Antonio Iannone: "Letta e Prandelli parlano di realtà sociale che non conoscono - ha esordito - Quello che è successo non può mettere in discussione la civiltà della nostra terra e l'onestà del nostro popolo''.

Per Iannone ''la superficialità di giudizio sta creando un grave danno d'immagine al territorio e sedimenta un luogo comune che sottrae alle responsabilità delle scelte i vertici della Lega Pro, veri colpevoli di questo disastro sportivo''. Intanto, il lavoro investigativo è rivolto anche alla settimana che ha preceduto la partita, quando alcuni gruppetti di tifosi avrebbero avvicinato calciatori e dirigenti invitandoli a dare un segnale forte contro la decisione di vietare la presenza sugli spalti dei sostenitori dei rossoneri.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Derby farsa: la Nocerina rischia mezzo milione di euro, Iannone contro Letta

SalernoToday è in caricamento