Cronaca

Fisciano, fatture false per evadere le tasse: 3 imprenditori vanno a processo

Dopo la comunicazione della notizia di reato effettuata da parte della agenzia delle entrate di Napoli, il pubblico ministero nocerino Davide Palmieri ha concluso i riscontri sul caso e ottenuto per i 4 il rinvio a giudizio. 

Finiscono a giudizio per accuse di reati finanziari legati a mancati pagamenti Iva e false fatturazioni, tre imprenditori ed una donna bulgara, nelle vesti di legale rappresentante di una società srl, e gli altri tre in qualità di gestori di fatto della stessa azienda-società, utilizzata «come mero soggetto di interposto nell’acquisto intracomunitario di beni in esenzione iva», così da consentire ad una seconda srl, l’evasione dell’imposta sul valore aggiunto, con fatture per operazioni inesistenti.

L'inchiesta

Ancora, gli stessi quattro imputati, sempre tramite la prima società, non avrebbero presentato le dichiarazioni Iva relative ai periodi d’imposta per gli anni 2015 e 2016, per evadere le imposte sui redditi e sul valore aggiunto. Il doppio capo d’accusa contestato risulta intrecciato con il reato finanziario che si suddivide: mediante l’impiego della società prima, adoperata quale elemento mediano nelle transazioni fasulle, con la società terza coinvolta, si effettuava l’emissione di fatture per operazioni soggettivamente inesistenti, con fatti commessi a Fisciano, con le mancate dichiarazioni relative alla stessa terza società., formalmente intestata all’imputata ma di fatto gestita dai tre imprenditori. Dopo la comunicazione della notizia di reato effettuata da parte della agenzia delle entrate di Napoli, il pubblico ministero nocerino Davide Palmieri ha concluso i riscontri sul caso e ottenuto per i 4 il rinvio a giudizio. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fisciano, fatture false per evadere le tasse: 3 imprenditori vanno a processo

SalernoToday è in caricamento