Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca Nocera Inferiore

Rapina fallita al negozio di cinesi a Nocera, resta in carcere il figlio del "boss"

Ieri mattina, A.P. , figlio di un ex boss della camorra, è stato interrogato dal gip per convalida del fermo della procura, scegliendo di avvalersi della facoltà di non rispondere

Resta in carcere l’autore della rapina messa a segno, durante il giorno dell’Epifania, all’interno di un negozio di cinesi a Nocera Inferiore. Ieri mattina, A.P. , figlio di un ex boss della camorra, è stato interrogato dal gip per convalida del fermo della procura, scegliendo di avvalersi della facoltà di non rispondere. Il 28enne è ritenuto l'autore materiale del colpo fallito agli inizi di gennaio. 

La dinamica

Nel corso della rapina A.P. ferì con un colpo di pistola uno dei figli del titolare del negozio, che, nel tentativo di ribellarsi al tentativo di rapina, lo affrontò senza indugio. I carabinieri, dopo aver eseguito rilievi tecnico scientifici sul posto e sfruttando anche le moderne tecniche di investigazione, avevano poi trovato elementi ritenuti validi, che li hanno portati ad eseguire il provvedimento nei confronti del ventottenne. A pesare, più di tutto, un'impronta lasciata dal giovane su di un sacchetto che aveva consegnato al commerciante, per fargli mettere all'interno l'incasso della giornata. L'indagine prosegue, ora, per la ricerca del complice, che fuggì insieem al 28enne, una volta che quest'ultimo era fuggito dal negozio, dopo aver ferito il figlio del commerciante e il padre, quest'ultimo con il calcio della pistola. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina fallita al negozio di cinesi a Nocera, resta in carcere il figlio del "boss"
SalernoToday è in caricamento