menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nocera Inferiore, lo spara cinque volte per un debito di pochi euro: a processo

Tentò di ucciderlo per un debito di pochi euro: è stato fissato il processo per Moreno Caputo, il 34enne originario di Pagani che il 17 marzo sparò diversi colpi di pistola all'indirizzo di P.C. Sarà processato per tentato omicidio

Tentò di ucciderlo per un debito di pochi euro: è stato fissato il processo per Moreno Caputo, il 34enne originario di Pagani che il 17 marzo sparò diversi colpi di pistola all'indirizzo di P.C. Per lui la procura di Nocera ha chiesto e ottenuto il rito immediato: l'uomo è accusato di detenzione clandestina di arma, una Bernardelli modello 60 calibro 7.65 con matricola abrasa, di ricettazione e tentato omicidio. Dopo un diverbio per futili motivi, esplose cinque colpi di pistola all'indirizzo della vittima. Alcuni anche a distanza ravvicinata (uno da 20 metri, gli altri da 21 e 75 metri). L'uomo non fu raggiunto dai proiettili per un caso fortuito, riuscendo a fuggire e ad evitare miracolosamente di essere colpito. E viziando la mira del suo aggressore con un lancio di pietre a ridosso di un passaggio a livello. Ad indagare sull'episodio fu la polizia nocerina. Tra i due pare ci fossero già stati diversi litigi, anche violenti, che portarono poi all'episodio del 17 marzo. La pistola sarebbe stata acquistata da uno straniero, a Napoli. La sparatoria si consumò in pieno centro, tra diverse persone, intorno alle 5 del pomeriggio. Tra le ipotesi che gli inquirenti verbalizzarono per giustificare quei litigi, un debito di droga o l'acquisto di un oggetto - forse una bicicletta - da parte di uno dei due. La fase dibattimentale prenderà il via alla fine del 2017

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento