Sabato, 15 Maggio 2021
Cronaca

Si scambiavano le password per "aumentare" gli straordinari: 4 dirigenti medici a processo

L'indagine fu condotta dalla Guardia di Finanza, che comprende un periodo che andava dal 2005 al 2013. I quattro dirigenti, uno anche in servizio all'ospedale di Pagani, si scambiavano i dati d'accesso per aumentare le proprie voci stipendiali nel sistema

Sono quattro i dirigenti medici sotto processo al Tribunale di Nocera Inferiore con accuse di truffa e frode informatica. Per la procura avrebbero gonfiato i propri turni di straordinario attraverso un meccanismo di alterazione di dati. In servizio tra gli ospedali di Nocera Inferiore e Pagani, per i quattro è stato disposto il processo dopo quanto scoperto dalla Guardia di Finanza. Le indagini, chiuse un anno fa, racchiudono un arco temporale che va dal 2005 al 2013. Nei ruoli di funzionari e collaboratori amministrativi, i quattro - dopo aver effettuato l’accesso nel sistema informatico dell’Asl - avrebbero poi inserito arbitrariamente ore di straordinario mai effettuate. E non autorizzate né dal dirigente che dal direttore amministrativo dei due presidi ospedalieri. Il danno calcolato dagli inquirenti fu stimato in circa 200mila euro. Per ognuno di loro vi sono diverse contestazioni: entrando nel sistema informativo per modificare a proprio favore le ore di lavoro svolto, riuscivano poi a procurarsi un profitto giudicato dalla procura come «ingiusto».

In un caso, le 35 ore che risultavano ad esempio nel sistema diventavano 55. Secondo quanto accertato dalle indagini, l’aumento delle ore veniva fatto dal funzionario anche a favore del suo collaboratore e viceversa. Avendo tutti le password dell’altro, per poter modificare ogni qualvolta le voci stipendiali registrate nel database. Circostanza che ha spinse la procura a contestare anche l’accusa di associazione per delinquere per tre dei quattro imputati. Oltre alla Guardia di Finanza, il lavoro di accertamento fu effettuato anche dalla Direzione Territoriale del Lavoro. Un caso riguardò anche l’ospedale di Pagani, con il funzionario di turno accusato di aver gonfiato il suo turno di straordinario. Tra gli avvocati difensori ci sono i legali Marco Salerno, Vincenzo e Silvio Calabrese e Giuseppe Bisantis. Il processo, che sarebbe dovuto cominciare nelle scorse settimane, è stato rinviato per problemi di notifica. A coordinare il lavoro delle fiamme gialle fu il sostituto procuratore Vittorio Santoro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si scambiavano le password per "aumentare" gli straordinari: 4 dirigenti medici a processo

SalernoToday è in caricamento