menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tentò rapina ad un negozio gestito da cinesi, a Nocera: condannato a 3 anni di carcere

La sentenza è stata emessa dal gup, con rito abbreviato, giorni fa presso il tribunale di Nocera Inferiore

E' stato condannato a 3 anni di carcere A.P. , figlio di un ex boss della camorra, che il giorno dell'Epifania tentò una rapina  all’interno di un negozio di cinesi a Nocera Inferiore. La sentenza è stata emessa dal gup, con rito abbreviato, giorni fa.

La dinamica

Nel corso dell'azione criminale A.P. ferì con un colpo di pistola uno dei figli del titolare del negozio, che, nel tentativo di ribellarsi al tentativo di rapina, lo affrontò senza indugio. I carabinieri, dopo aver eseguito rilievi tecnico scientifici sul posto e sfruttando anche le moderne tecniche di investigazione, avevano poi trovato elementi ritenuti validi, che li avevano condotti ad eseguire un decreto di fermo nei confronti del ventottenne. A pesare, più di tutto, fu un'impronta lasciata dal giovane su di un sacchetto che aveva consegnato al commerciante, per fargli mettere all'interno l'incasso della giornata. La vittima se la cavò con una piccola operazione chirurgica, ma sena conseguenze gravi. Mentre il padre, nel tentativo di difendere il figlio, era stato colpito in testa con il calcio della pistola. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento