Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca Nocera Superiore

Famiglia sequestrata la vigilia di Natale: identificato uno dei rapinatori

Faceva parte di una batteria che fu protagonista di una rapina il giorno della vigila di Natale, riuscendo a sequestrare un'intera famiglia che fu depredata di ogni bene. Ora va a processo, ma lui è irreperibile, gli altri due non identificati

Faceva parte di una batteria che fu protagonista di una rapina il giorno della vigila di Natale, riuscendo a sequestrare un'intera famiglia che fu depredata di ogni bene. La procura lo ha mandato a processo. Peccato che lui non si trovi. E' questa la sorte del 32enne S.A. , di etnia rom ma nato a Torre Annunziata. Insieme ad altre due persone, mai identificate, rapinò una famiglia di Nocera Superiore il 24 dicembre 2010. Dopo essere entrati in casa, accecando i proprietari con l'uso di torce puntate al volto, li minacciarono con un grosso cacciavite.

Poi giù schiaffi e botte per intimidire tutti i componenti della famiglia, che furono obbligati a dire dove fossero custoditi oro e gioielli. I rapinatori portarono via due fedi nuziali in oro e diamante, due collane d'oro, 400 euro in contanti, un telefono cellulare Samsung e una serie di altri monili in oro. Le indagini furono coordinate dai carabinieri di Nocera Superiore, che individuarono dopo tempo - con tanto di decreto datato ottobre 2013 - uno dei tre rapinatori. L'imputato fu individuato in un campo rom di via Micella a Bari. Al momento è irreperibile, ma la procura ha chiesto per lui il rinvio a giudizio in attesa con il gup che ha fissato l'inizio del processo per la fine dell'anno

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Famiglia sequestrata la vigilia di Natale: identificato uno dei rapinatori
SalernoToday è in caricamento