Covid-19: a Pasqua e Pasquetta tutti i negozi abbassano la saracinesca

Fioccano le ordinanze dei sindaci: la provincia è chiusa a chiave. Ecco tutti i provvedimenti, da Nord a Sud del capoluogo

Niente pane, niente generi alimentari, aperte solo le farmacie di turno. Il 12 e il 13 aprile, resteranno chiusi tutti gli altri negozi. Fioccano le ordinanze dei sindaci: l'obiettivo è evitare scampagnate ed assembramenti nei giorni festivi, quelli dedicati, in situazioni di normalità, alla gita fuori porta. Al tempo dell'emergenza sanitaria per il Covid-19, però, sarebbe un errore imperdonabile. Da Nord a Sud del capoluogo, ecco tutti i provvedimenti.

Le due costiere

Nei giorni scorsi, c'era stato già l'appello unanime dei sindaci: evitare scampagnate. Con l'Ordinanza Sindacale numero 11/2020, il sindaco di Cetara, Roberto Della Monica ha adottato nuove misure di gestione dell'emergenza epidemiologica Covid-19. Ordinanza di chiusura degli esercizi commerciali per il giorno 13 aprile 2020. Ad Agropoli, la chiusura dei negozi di generi alimentari, a Pasqua e Pasquetta, è parte integrante dell'ordinanza "locali commerciali in sicurezza" - una delle tre - firmata dal sindaco Adamo Coppola. E' stato anche deciso di blindare gli accessi alla città, facendoli presidiare dalle forze dell'ordine. A Vietri sul Mare, il sindaco Giovanni De Simone si rivolge alla propria comunità: "Per i giorni di domenica 12 e lunedì 13 aprile abbiamo predisposto un’ordinanza di chiusura per tutte le attività commerciali onde evitare uscite non giustificate. Ancora qualche piccolo sforzo, torneremo presto alla normalità". Controlli serrati ad Amalfi, in collaborazione con le forze dell'ordine. A Centola, il sindaco Stanziola aveva già tuonato: "Niente scampagnate a Palinuro, a Pasqua e Pasquetta".

La Piana del Sele
 

Con ordinanza n.114 firmata dal Sindaco di Eboli, Massimo Cariello sono state emesse ulteriori restrizioni in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Il nuovo provvedimento prevede: il divieto di apertura di tutte le attività commerciali presenti sul territorio comunale, ad eccezione di farmacie, parafarmacie e distributori di benzina, nelle giornate del 12 e 13 aprile 2020; solo nelle giornate del 10 ed 11 aprile 2020, venerdì e sabato, l’apertura delle attività commerciali è consentita fino alle ore 19,30; l’uscita per l’acquisto di generi alimentari e tabacchi è consentita per ciascun nucleo familiare non più di due volte a settimana, con obbligo di esibizione della autocertificazione; l’uscita per ragioni di necessità, lavoro o salute è in ogni caso subordinata all’utilizzo di mascherine e guanti, e la pulizia delle mani secondo le raccomandazioni del Ministero della Salute; è fatto obbligo ai titolari e dipendenti delle attività commerciali di indossare mascherina e guanti; è fatto obbligo alle medie e grandi strutture di vendita di canalizzare la clientela con la presenza di personale proprio o di istituti di vigilanza; è fatto obbligo di accedere alle attività commerciali, agli studi medici ed agli uffici pubblici con mascherina e guanti. Tutte le forze dell’ordine che operano sul territorio hanno già predisposto un piano di intensificazione dei controlli, dalla collina al mare, soprattutto nei giorni di Pasqua e Pasquetta. Serrati controlli anche a Battipaglia. Ecco l'ordinanza della sindaca Cecilia Francese: "Chiusura attività commerciali (vendita generi alimentari, beni essenziali di prima necessità e tabacchi) sul territorio comunale per le giornate di domenica 12 e lunedì 13 aprile. Restano escluse dal provvedimento di chiusura, per le medesime giornate, le sole Farmacie (Farmacia di turno) e gli Impianti di distribuzione carburanti per autotrazione. Si ribadisce l'obbligo di chiusura già operante di tutte le attività commerciali effettuate per mezzo di distributori automatici, a meno di quelle che erogano in tale modalità farmaci e/o presidi sanitari, generi di monopolio (sale, valori bollati e tabacchi) e carburante per autotrazione". Chiusura anche a Campagna, ad eccezione di farmacie e parafarmacie. Continuano gli sforzi, ad Oliveto Citra, per salvaguardare la salute di tutti nell’emergenza Coronavirus. Stavolta con un Patto civico tra Amministrazione e commercianti, per chiudere i negozi di vendita di generi alimentari nelle giornate di domenica 12 e lunedì 13 aprile, ovvero Pasqua e Pasquetta. L’iniziativa è stata accolta immediatamente con forte spirito di responsabilità dai commercianti del territorio olivetano, che hanno risposto  favorevolmente all’appello fin dai primi istanti, insieme, mettendo in campo, ancora una volta, incredibile solidarietà e grande senso di comunità. "In queste settimane abbiamo fatto molti passi avanti e chiesto grandi sacrifici alle persone – ha dichiarato il sindaco di Oliveto Citra, Mino Pignata – Non volevamo rischiare di vanificare tutti gli sforzi proprio adesso, a ridosso delle festività pasquali. E con grande gioia devo constatare che, ancora una volta, la nostra comunità si è fatta trovare pronta, aderendo in massa anche a questa iniziativa e mettendo il benessere di tutti davanti agli interessi individuali".
 

Agro Nocerino Sarnese e Cava

"Tutti gli accessi al Chianiello sono stati chiusi - scrive il sindaco di Angri, Cosimo Ferraioli - L'area sarà anche sottoposta a vigilanza. Sono certo che gli angresi, soprattutto a Pasquetta, con grande senso di responsabilità osserveranno le regole". Ecco il sindaco di Scafati, Cristoforo Salvati: "Ho firmato una nuova ordinanza per stabilire la chiusura di tutti gli esercizi commerciali presenti sul nostro territorio nelle giornate di domenica 12 e lunedì 13 aprile (Pasqua e Pasquetta). Resteranno aperte solo le farmacie e le para farmacie. Ho ritenuto indispensabile tale provvedimento per evitare occasioni di assembramento, soprattutto considerando che si tratta di giornate festive. Abbiamo il dovere di avere tutti comportamenti rigorosi e rispettosi delle disposizioni in vigore. Chiedo la piena collaborazione per superare insieme questa fase difficile. Siamo ancora in piena emergenza. Abbassare la guardia ora sarebbe davvero grave per la nostra sicurezza". A Cava de' Tirreni, negozi chiusi a Pasqua e Pasquetta. A San Valentino Torio, il sindaco Michele Strianese ha firmato l'ordinanza che dispone il divieto di apertura di tutte le attività commerciali presenti sul territorio comunale, ad eccezione solo di farmacie, parafarmacie e distributori di carburante, per le intere giornate di domenica 12 e lunedi 13 aprile. "L’uscita per ragioni di necessità, lavoro o salute è in ogni caso subordinata, a partire da venerdi 10 aprile all’utilizzo di mascherine che proteggono le vie respiratorie, che dunque sarà obbligatorio indossare. E' fatto obbligo, a partire da venerdi 10 aprile, ai titolari e ai dipendenti di tutte le attività commerciali di indossare mascherina e guanti. Le medie e grandi strutture di vendita hanno l'obbligo di canalizzare la clientela con la presenza di personale proprio o di istituti di vigilanza. Obbligo di accedere alle attività commerciali, agli studi medici ed agli uffici pubblici con mascherina". Giuseppe Canfora, sindaco di Sarno, ha disposto la  "chiusura di tutte le attività commerciali per le giornate di domenica 12 aprile 2020 (Pasqua) e lunedì 13 aprile 2020 (Pasquetta), ad eccezione delle farmacie, delle parafarmacie, delle attività di commercio effettuate per mezzo di distributori automatici, delle attività di commercio al dettaglio di carburante. Il mancato rispetto delle misure di contenimento è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 400 a euro 3.000. Se il mancato rispetto delle predette misure avviene mediante l'utilizzo di un veicolo le sanzioni sono aumentate fino a un terzo. Si applica anche la sanzione amministrativa accessoria della chiusura dell'esercizio o dell'attività da 5 a 30 giorni".

Valle dell'Irno

Giro di vite a Mercato San Severino. Il sindaco Antonio Somma ha disposto la chiusura di tutti gli esercizi commerciali, anche alimentari, nelle giornate festive fino al 3 maggio, compresi i distributori automatici e ad eccezione delle farmacie. L’ordinanza dispone anche di limitare al massimo la circolazione dei cittadini sul territorio comunale. Si può uscire di casa solo svolgere attività ritenute assolutamente necessarie e può farlo una sola persona per nucleo familiare. Obbligatorio l'utilizzo di mascherina e guanti monouso. A Pellezzano, ordinanza di chiusura di tutti i negozi a Pasqua e Pasquetta. Chiusura disposta anche a Fisciano: il sindaco Vincenzo Sessa ha firmato un'ordinanza che dispone la chiusura di tutti gli esercizi commerciali a Pasqua e Lunedì in albis. Resteranno aperte solo le farmacie di turno. E' stato disposto anche l’obbligo di rispettare la distanza di sicurezza in qualsiasi interazione sociale.

Picentini
 

A Pontecagnano Faiano tutto chiuso a Pasqua e Pasquetta, pure i tabacchi, "considerata la possibilità - è scritto nell'ordinanza firmata dal sindaco Giuseppe Lanzara - di formazione di aggregazioni contrastanti con la finalità di contenimento, soprattutto nei giorni festivi, secondo la tradizione". A Montecorvino Rovella, a Pasqua, chiusi esercizi commerciali e lunedì aperti fino alle 13. Il Comune di San Mango Piemonte, ha varato ulteriori misure in materia di contenimento dell'emergenza epidemiologica da Covid-19. E’ stata firmata stamattina, dal sindaco Francesco Di Giacomo, l’ordinanza in riferimento ai vari DPCM emanati in relazione allo stato di emergenza sul territorio Nazionale relativo al rischio sanitario, che dispone la chiusura di tutti gli esercizi commerciali nelle giornate di domenica 12 (Pasqua) e lunedì 13 (Lunedì in Albis). "Ricordo a tutti che vale ancora la regola RESTIAMO A CASA - ha detto il sindaco di San Mango Piemonte, Francesco Di Giacomo - e la disposizione emessa serve proprio a scoraggiare qualche male intenzionato che abbia in mente di violare le norme attualmente vigenti. Siamo in una fase delicata, dove non ci è consentito mollare la presa. Purtroppo è triste pensare ai giorni di Pasqua senza pranzo di famiglia o scampagnate ma dobbiamo mantenere alta la guardia per continuare la battaglia contro la diffusione del coronavirus. A Pasqua e Pasquetta, dunque, chiusura delle attività commerciali”. Ecco le decisioni a Giffoni Valle Piana: "Ho appena firmato l’ordinanza di chiusura degli esercizi commerciali, di generi alimentari e beni di prima necessità nei giorni di Pasqua e del Lunedì dell’Angelo - scrive il sindaco -. Resteranno aperte solo ed esclusivamente le farmacie, le parafarmacie e le edicole. Si tratta di una misura necessaria per scongiurare pericolosi assembramenti e per bloccare spostamenti ingiustificati all’interno della nostra città. Sarà una Pasqua diversa da tutte le altre, purtroppo dobbiamo prenderne atto. Non potremo abbracciare o fare visita ai nostri affetti più cari che si trovano lontano o organizzare gite fuori porta nel giorno di Pasquetta. Ma questa emergenza sanitaria chiede grandi sacrifici. La città deve essere blindata se vogliamo ritornare presto ad abbracciarci. Ora più che mai serve il rigore nel rispetto delle ordinanze per vincere questa lunga ed estenuante battaglia".Preparano ordinanze anche a Montecorvino Pugliano e Bellizzi. Ecco Pugliano, ordinanza a firma del sindaco Alessandro Chiola: "Il 12 e 13 aprile, chiusi negozi che vendono generi alimentari e tabacchi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campania, parte la zona gialla "rinforzata": ecco cosa si potrà fare (e cosa no)

  • Nuovo Dpcm e zona gialla per la Campania: ecco le nuove regole da rispettare

  • Nuovo Dpcm 15 gennaio: ecco cosa dovrebbe cambiare anche in Campania, nelle zone gialle riaprono i musei

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

Torna su
SalernoToday è in caricamento