Post Covid, il parroco di San Demetrio: "Nessun assembramento, la chiesa non è la movida"

Monsignor Salerno: "Ci sentiamo di dire un sincero grazie per la responsabilità con cui si è partecipato alle diverse sante messe, non mancando anche un pizzico di emozione e di commozione"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Nella festa dell'Ascensione del Signore, abbiamo ripreso a celebrare anche l'Eucaristia festiva con i fedeli, dopo i due mesi di clausura forzata. Nessun assembramento, la chiesa non è la movida. Si ricomincia a vedere e fare comunità, nel rigoroso rispetto di tutte le prescrizioni a garanzia di tutti.

Ci sentiamo di dire un sincero grazie per la responsabilità con cui si è partecipato alle diverse sante messe, non mancando anche un pizzico di emozione e di commozione e un sincero grazie ai nostri collaboratori e volontari per aver accolto e indirizzato i fedeli nel rispetto di quanto dovuto. Certo, al momento i  "pienoni festivi" nella nostra chiesa rimangono un bel ricordo. E' palpabile la fatica di ricominciare e soprattutto si avverte il senso di un diffuso timore. Ma la fiducia nella grazia di Dio è più forte e la parola di Gesù Risorto ci fa da guida e da sostegno: "Abbiate fiducia, io ho vinto il mondo".

Monsignor Mario Salerno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento