rotate-mobile
Cronaca

“Panthakù. Educare dappertutto”: al via il progetto per adolescenti e pre-adolescenti

Il progetto monitorato dalla Fondazione Carisal è rivolto agli alunni delle scuole secondarie di I° grado di 4 Istituti Comprensivi di Salerno, S.Maria Capua Vetere (CE) e Castellammare di Stabia (NA)

“Io sono, tu sei, egli è. Identità cercasi!”: al via, da ieri, il percorso didattico-narrativo sulle emozioni, i desideri e sulle relazioni nella preadolescenza e adolescenza a cura dell’Associazione Culturale Saremo Alberi – Libroteca di Salerno, uno dei 25 partner del progetto “Panthakù. Educare dappertutto” sostenuto dall’impresa sociale Con i Bambini, con Ai.Bi. capofila. A monitorare l’avvio dell’attività, la Fondazione Carisal di Salerno. Le fasi di preadolescenza e adolescenza coincidono nel ragazzo con una ricerca d’identificazione in tutte le persone che gli trasmettono le norme di vita. Un meccanismo che gli permette di tendere verso identità personali, attraverso un assorbimento progressivo basato sull’identificazione con modelli esterni, norme e  valori sociali, ma, soprattutto, tramite un’adeguata conoscenza di nuove emozioni, con conseguente approccio nella gestione delle stesse.

 

Il progetto

Il progetto “Panthakù. Educare dappertutto” ha una durata triennale e si focalizzerà su tre territori: Salerno, Castellammare di Stabia (NA), Santa Maria Capua Vetere  (CE). Grazie all’impegno di una rete di 25 realtà del territorio, partner di progetto, le attività coinvolgeranno 80 docenti, 500 adolescenti circa e almeno 600 nuclei familiari. Rivolto agli alunni delle scuole secondarie di I° grado di 4 Istituti Comprensivi di Salerno, S.Maria Capua Vetere (CE) e Castellammare di Stabia (NA), il percorso si articolerà in 3 cicli d’incontri tematici basati sulla narrazione e l’approccio laboratoriale per dare all’adolescente la possibilità d’interagire e di confrontarsi con i coetanei e con gli adulti al fine di riconoscere il valore e il significato dell’indipendenza ed il senso delle emozioni.

Gli incontri

I primi due incontri sono dedicati al tema del “Sento, scopro … sono”. Attraverso la narrazione di testi e differenti tecniche di animazione (focus group e laboratori manipolativi) finalizzate anche alla formazione del gruppo, i ragazzi coinvolti potranno scoprire, comprendere, riconoscersi e riconoscere il proprio sé, grazie a speciali incontri con le loro emozioni. Seguiranno tre incontri  su “Il valore di sé e degli altri” in cui, sempre attraverso la narrazione di testi inerenti al tema e l’ausilio di tecniche di animazione, laboratori di riciclo creativo e laboratori artistici, si lavorerà sull’importanza del dialogo e della valorizzazione dell’alterità. L’obiettivo di questo secondo ciclo dì incontri è accompagnare i ragazzi a comprendere che la gestione delle emozioni aiuta a costruire le relazioni in modo efficace.

Le prossime tappe

Il percorso “Io sono, tu sei, egli è. Identità cercasi!” si concluderà con 3 incontri dal titolo “Crescere insieme” in cui, attraverso il foto racconto e un laboratorio di scrittura creativa, si renderanno protagonisti i ragazzi nella fase di valutazione del percorso.di crescita e di sviluppo del proprio talento che potrebbero fare scegliendo una o più attività successive previste dal progetto. Si realizzerà quindi un elaborato sul percorso svolto che sarà condivisibile e trasmissibile ai loro coetanei in una logica di Peer to Peer education, che presuppone un apprendimento di tipo cooperativo .

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Panthakù. Educare dappertutto”: al via il progetto per adolescenti e pre-adolescenti

SalernoToday è in caricamento