rotate-mobile
Cronaca

Salerno, in spiaggia con la fidanzata aggredito e pestato: il gruppo resta in comunità

Restano tutti chiusi in comunità i tre minori che a Ferragosto aggredirono al lungomare Colombo un ragazzino di 17 anni, che si trovava sulla spiaggia in compagnia della fidanzata e di alcuni amici

In cinque contro uno, per punire e vendicare l'onore del loro "capo", rifiutato da una ragazza, a favore di un altro. Restano tutti chiusi in comunità i tre minori che a Ferragosto aggredirono al lungomare Colombo un ragazzino di 17 anni, che si trovava sulla spiaggia in compagnia della fidanzata e di alcuni amici

Il raid

A deciderlo sono stati i giudici del tribunale per i Minori di Salerno, rigettando i ricorsi dei rispettivi avvocati, che chiedevano la revoca della misura cautelare. Nell'indagine furono arrestati anche due maggiorenni. Per il gruppo, restare chiuso in comunità, è l'unico modo per "interrompere uno stile di vita che si è già manifestato come aderente a modelli criminali". Durante l'aggressione, uno degli indagati, di 17 anni, aggredì la vittima con una mazza chiodata, colpendolo infine con un tavolino in alluminio. Prima, lo aveva minacciato con un coltello dopo aver incontrato il 17enne al parco del Mercatello. Ad indagare furono gli agenti della Squadra Mobile di Salerno, individuando i cinque componenti del branco - tre minori e due maggiorenni - per poi ricostruire la dinamica dell'aggressione. "Una sopraffazione da branco", disse il gip, nel firmare poi le misure 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salerno, in spiaggia con la fidanzata aggredito e pestato: il gruppo resta in comunità

SalernoToday è in caricamento