menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
San Matteo

San Matteo

San Matteo, Forza Italia replica a Napoli: "Alla processione si va per devozione e non per folklore"

Amatruda e Celano intervengono a gamba tesa dopo la nuova dura presa di posizione del sindaco di Salerno rispetto all'assenza del Gonfalone e di un rappresentante istituzionale alla processione del Santo Patrono

Dopo la dura presa di posizione del sindaco Enzo Napoli rispetto all’assenza del Gonfalone e di un rappresentante istituzionale dell'amministrazione comunale alla scorsa processione in onore di San Matteo, che ha di fatto risalire la tensione tra Comune e Curia, sulla questione intervengono il capogruppo di Forza Italia Roberto Celano e il vice segretario provinciale Gaetano Amatruda: “La tentazione è sempre la stessa. Questa amministrazione avrebbe la pretesa di organizzare anche le celebrazioni del Santo Patrono. Le mani dappertutto, ma non si può”.

Secondo i due esponenti berlusconiani “il Comune ha il dovere di organizzare la parte civile della festa nel rispetto della tradizione lasciando alla Curia l'autonoma organizzazione degli aspetti religiosi. Dal sindaco Napoli una ennesima caduta di stile. L'attacco scomposto alla Curia salernitana nasconde le difficoltà del momento e l'imbarazzo per una vicenda gestita malissimo.Alla processione si va per devozione e non certo per folklore. Chi non è credente può decidere di non partecipare ma non ha il diritto di disporre del Gonfalone che è simbolo di un'intera città”.  Per Celano e Amatruda il primo cittadino “dopo la figuraccia dell’ assenza e del puerile boicottaggio, avrebbe dovuto chiedere scusa alla città, ai salernitani ed alla Chiesa. A questa amministrazione, a questo sistema di potere che pretende e non dialoga, serviva e serve un bagno di umiltà”. Infine citano Madre Teresa di Calcutta, che diceva c'è chi crede che tutto gli sia dovuto, ma non è dovuto niente a nessuno. Le cose si conquistano con dolcezza ed umiltà. Enzo Napoli – concludono - si convinca. Nulla gli è dovuto, ne a lui ne al suo Capo. Sperimentare un po’ di umiltà aiuterebbe”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento