"Falso" pomodoro San Marzano, condannati due imprenditori

La sentenza è del tribunale di Nocera Inferiore, che ha invece assolto un agronomo, accusato inizialmente insieme ai due imprenditori, poi assolto, di aver falsato alcuni certificati relativi ad ispezioni sul prodotto

Sono stati condannati a 2 anni e 2 mesi due imprenditori, accusati di aver spacciato quintali di pomodoro come appartenente al marchio "Dop San Marzano". La sentenza è del tribunale di Nocera Inferiore, che ha invece assolto un agronomo, accusato inizialmente insieme ai due imprenditori, di aver "falsato" alcuni certificati relativi ad ispezioni sul prodotto, oltre che sulle tecniche di coltivazione effettuate. La donna era incaricata, infatti, di controllare e verificare il rispetto dei criteri di produzione e rivendita del prestigioso pomodoro San Marzano dop, in questo caso secondo le accuse “spacciato” come tale ma in realtà fasullo. Solo con le motivazioni del giudice si conoscerà il ragionamento fatto sulle tre singole posizioni. I due imprenditori sono stati condannati per falsità ideologica.

I controlli

Secondo un'indagine condotta dai carabinieri del Nas, il prodotto sarebbe risultato diverso rispetto alle indicazioni, con le varie contestazioni di frode commerciale a danno dei consumatori, finita in prescrizione, e l'utilizzo di una decina circa di false firme di apparenti coltivatori-produttori. Il prodotto consisteva in 144mila barattoli stipati in 12mila cartoni con etichetta marchio cento pomodoro San Marzano, pronto a partire verso un'acquirente americano, Le indagini risalgono ad ottobre novembre 2010.

La precisazione dell'avvocato difensore

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi concorso Regione Campania: ecco gli idonei alla prima fase

  • Dramma a Sant'Egidio, donna muore folgorata nella doccia

  • Colto da malore mentre l'amico fa benzina: muore 30enne a San Mango Piemonte

  • Travolto da un treno ad Angri: Tobia è morto, Agro a lutto

  • Morto investito da un treno, la sorella: "Vorrei abbracciare chi ha avuto il cuore di mio fratello"

  • Paura a Salerno, le onde invadono la spiaggia di Santa Teresa

Torna su
SalernoToday è in caricamento