"Aspettando i Barbuti": su il sipario con Bottega San Lazzaro e Scena Teatro

Sarà il primo evento post covid19, autoprodotto ed autofinanziato: la quarta edizione della rassegna teatrale “Aspettando i Barbuti”. Un tuffo nel passato, ricordando la “La Notte dei Barbuti”

L'Accademia Scena Teatro e la Bottega San Lazzaro sono pronti ad alzare il sipario del primo evento post covid19, autoprodotto ed autofinanziato: la quarta edizione della rassegna teatrale “Aspettando i Barbuti”. Un tuffo nel passato, ricordando la “La Notte dei Barbuti” in collaborazione con l’indimenticato Peppe Natella ed in attesa del "Barbuti Salerno Festival", affidato all'esperienza e professionalità dell'attore e regista Antonello De Rosa.

I dettagli

Otto le serate 
(costo del biglietto 10 euro, www.postoriservato.it) che prenderanno vita, alle ore 21 nel cuore della città vecchia, sul palco di Largo Santa Maria dei Barbuti. Gli onori di casa spetteranno, sabato 4 luglio, a Lalla Esposito. L'attrice e cantante, in "Concerto Blu", omaggerà Domenico Modugno. Ad accompagnarla, al piano, Antonio Ottaviano. La conferenza stampa di 
presentazione (in diretta sulla pagine facebook di Scena Teatro) dell’intero programma della manifestazione è prevista per venerdì 26 giugno, alle ore 10.30 e rigorosamente all'aperto, presso la Chiesa di Sant'Apollonia. All’incontro prenderanno parte, tra gli altri, l’Assessore alle politiche giovanili e all’innovazione del comune di Salerno, Mariarita Giordano, il Direttore 
artistico di Scena Teatro, Antonello De Rosa, ed il Direttore organizzativo, Pasquale Petrosino

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il programma

Domenica 5 luglio Teatro Novanta presenta "Napoli That's Amore" per la regia di Gaetano Stella. Giovedì 9 luglio è la volta di Arcoscenico  con "Nu Surdato Sbruffone" da Plauto e diretto da Rodolfo Fornario. Scena Teatro Laboratorio, venerdì 10 luglio, presenta "Na Mmesca Frangesca di Antonio Petito per la regia di Antonello De Rosa. Sabato 11 luglio, con l'Associazione Albea e diretta da Giovanna Di Sarno, Giò Di Sarno in "Napoli e... non solo". Il gran finale, con alla regia Antonello De Rosa, è firmato Scena Teatro. Domenica 12 Pino Strabioli racconta "Caro Camilleri...", giovedì 16 Rino Di Martino in "Omaggio a Ruccello" e venerdì 17 Antonello De Rosa interpreta "Jennifer".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: sospesa la scuola fino al 30 ottobre, chiusi i circoli e stop all'asporto dopo le 21 e alle feste

  • Covid, nuova ordinanza della Regione Campania: confermate le restrizioni

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Covid-19: il coprifuoco inizia venerdì, De Luca denuncia la mancanza di personale sanitario

  • Mini-lockdown in Campania: pubblicata l'ordinanza, De Luca frena le attività e chiude le scuole

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: più smart working e nuova stretta sui ristoranti, possibile freno alle palestre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento