Compagnia dell’arte in Aladin

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Domenica 19 aprile alle ore 11, alle ore 17 e alle ore 19.15, presso il Teatro delle Arti di Salerno, il penultimo appuntamento con C'era una volta 3: la rassegna teatrale della Compagnia dell'Arte, che ci ha tenuto compagnia in questa stagione 2014-2015. Stavolta il regista Antonello Ronga ci porta sul tappeto della fantasia di Aladin. Ispirato al film d'animazione del 1992 prodotto dai Walt Disney Animation Studios e quindi basato sul famoso racconto persiano di Aladino e la lampada meravigliosa contenuto nella raccolta Le mille e una notte. Sulla scena del Teatro delle Arti, una commedia musicale ritmata e divertente, piena di colori allegria e magia per raccontare la storia di Aladin(Alfio Battaglia). Un giorno, dopo l'ennesima richiesta di matrimonio, Jasmine (Annabella Marotta), decide di andare in incognito al mercato di Agrabah per esplorare il mondo esterno, dove incontra mercanti e popolane(Francesca Canale e Daniela Abate). Ma non essendo però mai uscita da palazzo, la principessa si mette subito nei guai, regalando una mela a un ragazzino senza averla pagata e ricevendo così le accuse di furto da parte del mercante; riesce a scappare grazie ad Aladin, un ragazzo intraprendente e furbo, che la porta nel suo cadente rifugio; i due ragazzi entrano subito in sintonia. Le guardie (Daniele Doronzio e Stefano Mammato) però li trovano e arrestano Aladin accusandolo di rapimento; Jasmine allora, che non aveva ancora rivelato al ragazzo la sua vera identità, si mostra per quella che è per salvarlo, senza però riuscirci. Tornata a palazzo chiede al Gran Visir Jafar (Massimiliano Palumbo) e il suo pappagallo Jago (Mauro Collina), spiegazioni riguardo alla cattura del ragazzo, che le viene detto essere già stato giustiziato. Aladin in realtà è scappato e con l'aiuto del Genio della Lampada (Vincenzo Triggiano), si presenta a corte come il Principe Alì Ababwa, chiedendo al Sultano (Francesco Sommaripa), la mano di sua figlia; questa però, pensando sia solo il solito pretendente, rifiuta categoricamente. Aladin riesce a convincerla a fare un giro sul suo tappeto magico, e Jasmine incantata dalla visione di quel mondo che in realtà non ha mai conosciuto, riconosce nel principe il ragazzo del mercato e, innamorata, lo sceglie come sposo. Nel frattempo però Jafar vuole a tutti i costi sposare Jasmine per diventare sultano e ….

Attraverso musiche, luci, effetti, canzoni e coreografie coinvolgenti viene raccontata la fantastica storia del Regno orientale di Agrabah. Una produzione Compagnia dell'Arte, con la regia di Antonello Ronga. Coreografie di Sonia Saggese con il corpo di ballo Professional Ballet di Pina Testa. Scenografie e costumi Bottega San Lazzaro. Il prossimo e ultimo appuntamento sarà il 26 aprile con la Compagnia dell'Arte e Mary Tata Perfetta. Maggiori info 089 221807 - 320 2659282 o seguite la Pagina Facebook Compagnia dell'Arte.

Torna su
SalernoToday è in caricamento