Le "24h" di Ersilia Anna Tomoe al Bar Capri di Battipaglia

  • Dove
    Capri Jazz Bar
    Indirizzo non disponibile
    Battipaglia
  • Quando
    Dal 07/11/2014 al 07/11/2014
    21,30
  • Prezzo
    Gratis
  • Altre Informazioni

Venerdì 7 novembre al bar Capri di Battipaglia Ersilia Anna Tomoe presenta il suo libro "24h -  trilogia di un giorno". Nell'ambito della rassegna artistica del Capri Jazz Bar, protagonista di venerdì sera sarà il libro “24h – trilogia di un giorno” che l'autrice stessa, Ersilia Anna Tomoe, presenterà alle ore 21,30. In contemporanea si terrà anche il vernissage della mostra personale ed omonima della pittrice Roberta Mon nonché illustratrice del libro 24h: il pop surrealism della Mon si combina perfettamente alla tre storie raccontate dalla Tomoe e il risultato dà luogo a una sorta di “narrativa visiva”, stimolante mentalmente per i suoi contenuti e visivamente tramite le immagini a metà tra sogno e realtà. La serata, inoltre, prevede la proiezione del booktrailer “24h-trilogia di un giorno”, la cui regia e montaggio sono di Rudy Zoppi, che ha reso il booktrailer un vero e proprio corto contribuendo attivamente alla stesura della sceneggiatura: l’episodio relativo al racconto "Aprile" parteciperà ad alcuni concorsi cinematografici. A concludere la serata come sempre la musica jazz del The Capri Jazz Trio.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Ersilia Anna Tomoe: “24h – Trilogia di un giorno” Una piccola perla nel caotico mondo delle autoproduzioni Il mondo delle autoproduzioni, che si tratti di musica, materiali visivi o letteratura, è diventato, da almeno dieci anni a questa parte, un immenso calderone informe, dispersivo e imprevedibile, nel quale è facile perdersi e disamorarsi, dato che spesso contiene materiale scadente e deludente, ma più di rado offre la possibilità, purtroppo spesso casuale, di scoprire delle piccole gemme, o i semi di giovani autori promettenti e interessanti, che rischiano purtroppo di scomparire ancora prima del tempo, nel sovraffollamento di cose stupide e inutili che ormai ci accompagnano, ci distraggono e ci asfissiano quotidianamente. Ersilia Anna Tomoe e Roberta Montemurro, in arte Roberta Mon, sono rispettivamente autrice e illustratrice della raccolta di tre racconti “24h – Trilogia di un giorno”, edita ad aprile 2014, e sviluppata nell’arco di una giornata a tre orari differenti. Non c’è un vero e proprio filo conduttore e le storie si svolgono e si popolano di personaggi, stili narrativi e situazioni apparentemente slegati tra loro, ma uniti dai temi comuni della sopravvivenza e della paura, e, naturalmente, del tempo, nei quali il confine tra realtà e fantasia, fatti e proiezioni mentali diventa quasi indistinguibile. Il formato è quello digitale, compresa anche la copertina e le tre opere della Mon, che accompagnano, aprono e integrano i tre racconti, “Yōkai”, “Aprile” e “La sposa”, anche se da poco è disponibile su richiesta la copia cartacea, scrivendo alla pagina it-it.facebook.com/ladyersilienne.tomoe. Ed è certamente il formato cartaceo a poter dare alle parole e alle immagini il giusto risalto, dato che il freddo e asettico Kindle non può mostrare la vita di un prodotto profondamente vissuto, che respira, e che, al di là delle apparenze, meriterebbe di essere assimilato con lentezza. Allo stesso modo, le immagini della Mon, per quanto minimali e istantanee, e molto diverse dal suo stile quando è alle prese in particolare con l’olio su tela e su legno, riescono a cogliere in pieno e a immetterci nell’atmosfera allo stesso tempo profondamente umana e inumana dello stile della Tomoe. Recentemente un booktrailer diretto dall’artista visuale Rudy Zoppi, ha messo in fotogrammi le parole e le immagini del libro, arricchendo e impreziosendo ulteriormente i racconti di significati, già presentati nell’ambito di alcuni concorsi e qui preceduti da alcuni versi anch’essi non necessariamente collegati con la narrazione, con titoli che vagamente preavvisano un sintomo di un quadro clinico molto più ampio. La presunta follia è la vera protagonista di “Yōkai”, creature soprannaturali della mitologia giapponese, coprotagonista il tema delle apparenze. Le capacità descrittive di uno stato d’animo, di un labile profilo psicologico e delle sfumature legate ad una situazione inquietante, kafkiana e fuori dalla norma che qui la Tomoe mostra, non sono da tutti, e il suo acume nell’esprimere le sue considerazioni è quasi sempre appropriato e peculiare. Un pessimismo e un senso di decadenza di fondo accompagnano il tutto, conducendo però in una direzione che può risultare inaspettata. Segue “Aprile”, già edito nel 2011 nell’antologia “Liquidi inversi”. È un crudo racconto sul traumatico passaggio di una tredicenne dalla preadolescenza all’età adulta, di una bambina che per sua scelta non pienamente consapevole, diventa in un solo pomeriggio bambola di plastica. Toccante e raffinata la descrizione delle incerte e inquiete sensazioni di lei mentre sale le scale del palazzo per arrivare alla porta del suo carnefice. Infine “La sposa”, il racconto dei tre che più si addice ad una scrittrice esperta e rodata. Ambientato negli anni ’50, presumibilmente in una cittadina vicino a Salerno, dove Ersilia vive, si sviluppa in un contesto postbellico statico e depresso e sostanzialmente ancora agricolo, ed è la storia di due bambini raccontata dal punto di vista di uno dei due, i quali, nonostante già conoscano bene la durezza e l’ingiustizia della vita, si trovano a fare i conti per la prima volta nella loro vita con la morte. Il quadro generale è da film neorealista, ricco di sfumature emotive e spunti di riflessione penetranti e amari, e lo sviluppo coinvolgente e incalzante. L’unico neo è l’utilizzo non corretto da un punto di vista della grammatica di alcuni termini dialettali come “Uagliù”, invece di “Guagliù”, “Jamm’”, invece di “Jammo”, o di una interiezione come “’U”, invece di “Uh”. Peccato, altrimenti avrebbe rasentato la perfezione. Gianmaria Consiglio

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • Scrittura e recitazione: Sergio Mari presenta il suo capolavoro

    • Gratis
    • dal 30 marzo 2021 al 27 aprile 2022
    • Biblioteca di Salerno

I più visti

  • Scrittura e recitazione: Sergio Mari presenta il suo capolavoro

    • Gratis
    • dal 30 marzo 2021 al 27 aprile 2022
    • Biblioteca di Salerno
  • Parmigiana e pasta fresca con Panthakù: in cucina gli alunni di due scuole salernitane

    • dal 20 aprile al 15 giugno 2021
    • On line, Google Meet
  • Festa della mamma solidale: Saremo Alberi aiuta gli indigenti

    • dal 9 aprile al 8 maggio 2021
    • Saremo Alberi, in collaborazione con l'Associazione Caterina Onlus
  • Salerno Letteratura: scelta la terna del premio "Salerno libro d'Europa"

    • Gratis
    • dal 1 al 20 aprile 2021
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    SalernoToday è in caricamento