Venerdì, 14 Maggio 2021
Eventi

Giffoni Experience, ecco Ciro e Genny i non eroi di "Gomorra"

"Ciro e Genny sono sicuramente personaggi negativi ma non sono eroi": D'Amore ed Esposito si pronunciano sul caso 'Gomorra' e su come Gomorra sia "un luogo della coscienza con cui il mondo deve fare i conti"

"Per formazione culturale tendo ad attenermi solo ai fatti dopo averli accertati. Riccardo Tozzi ha parlato come produttore, io non parlo di ipotesi ed illazioni. Le frasi scritte sono state estrapolate da un discorso più ampio, parlerò quando saprò i fatti": è così che Marco D'Amore, il Ciro di 'Gomorra - La Serie', ha esordito oggi durante la conferenza stampa presso la Cittadella del Cinema di Giffoni. D'Amore è arrivato oggi al Giffoni Experience insieme al collega Salvatore Esposito, alias Genny Savastano, ed è subito intervenuto sulle polemiche scoppiate in questi giorni riguardo la notizia che la casa di produzione della serie tv, la Cattleya, possa aver subito estorsione per l'affitto dei locali della villa dove si sono svolte le riprese di 'Gomorra'. La serie tv rappresenta un prodotto non solo di enorme successo ma di una qualità estrema, mai vista prima in una serie televisiva prodotta in Italia: "La grande popolarità della serie dipende dalla sua qualità, un vanto per l'Italia - ha dichiarato il giovane Salvatore - Abbiamo lavorato con una troupe di alto livello e siamo stati premiati dal pubblico e all'estero per il nostro lavoro". La serie, infatti, è una produzione targata Sky, ed è andata in onda sul canale satellitare Sky Atlantic: "Ci sono state persone che ci hanno creduto e hanno corso il rischio - ha commentato D'Amore - produrre questa serie tv rappresentava un rischio di pubblico e critica, ma ci sono state persone che hanno sentito la necessità di raccontare questa storia".

Quasi volendosi giustificare per non aver aderito alla produzione della serie, la Rai ha dichiarato di non essere interessata a realizzare prodotti tv in cui i protagonisti siano eroi negativi, e per questo Esposito ha voluto sottolineare come "Ciro e Genny sono sicuramente personaggi negativi ma non sono eroi". In merito alle critiche che ci sono state in tal senso verso la serie tv, D'Amore ha voluto specificare ancora una volta che "E' assurdo pensare che Gomorra sia un luogo geografico. Gomorra è un luogo della coscienza con cui il mondo deve fare i conti". Proprio rimarcando tale concetto i due giovani attori, tra una battuta e l'altra, hanno voluto confermare come siano andati a girare nei luoghi cosiddetti "malfamati" dell'hinterland partenopeo trovando solo un'accoglienza speciale da parte degli abitanti: "Abbiamo trovato solo gentilezza e gratitudine da parte degli abitanti: ci hanno offerto spontaneamente la loro solidarietà, il loro aiuto, applausi e tazze di caffé. Non è tutto marcio come si crede in questi luoghi" ha affermato Salvatore Esposito e D'Amore gli ha fatto da spalla aggiungendo che "Attraverso Ciro sono riuscito a vivere anche sprazzi di gentilezza e amore e da un essere che giudichiamo come la feccia della società". Sui progetti futuri, Marco ha dichiarato il suo impegno in un film al fianco di Luca Zingaretti e nell'impegno a realizzare un lungometraggio con 'La piccola società' e ha lasciato la stampa con una dichiarazione di sfida: "Ci rivediamo tra un anno qui a Giffoni per presentare il mio film sul ‘caso Eternit’".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giffoni Experience, ecco Ciro e Genny i non eroi di "Gomorra"

SalernoToday è in caricamento