menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una foto della mostra - foto da Facebook

Una foto della mostra - foto da Facebook

"People": al Museo Archeologico Provinciale la mostra di Stefano Bolcato

La particolare mostra dell'artista romano è composta da un video e da diversi dipinti olio su tela che, partendo da i modellini Lego, ritrae alcune delle opere più famose della storia dell'arte mondiale

E' stata inaugurata ieri sera alle 18 la mostra People, personale di Stefano Bolcato composta da sette dipinti olio su tela e dal video Empty Walls. Fino al 22 gennaio 2017 i visitatori potranno ammirare, presso il Museo Archeologico Provinciale di Salerno in via San Benedetto, le particolari opere di Bolcato che è partito dai modellini Lego per sovvertirne le regole proposte nelle istruzioni di montaggio ed a reinterpretare alcuni celebri capolavori della storia dell’arte, realizzati da artisti come Sandro Botticelli, Leonardo da Vinci, Andy Warhol, Vincent Van Gogh.

L'evento ideato dall’Associazione Fonderie Culturali, in collaborazione con Zoe, riproporrà così il Museo nell’accezione originaria del termine, il luogo delle Muse, declinato come spazio dedito non solo alla conservazione ma anche alla valorizzazione, come luogo vivo presso il  quale ritrovare l’identità a partire dal patrimonio culturale. Giuseppe Ariano, presidente di Fonderie Culturali, ha commentato: “La Mostra, oltre a stimolare la curiosità dei visitatori, vuole promuovere la sperimentazione e ibridazione dei linguaggi, offrire nuovi spunti per avvicinarsi all’arte, interferire nella esposizione museale e riattivare racconti e stimoli soprattutto attraverso il gioco". Emozionata anche Claudia Ferrini, direttore artistico e cofondatrice di Zoe, che ha commentato: “Ciò che crea Stefano Bolcato è un gioco molto serio: attraverso il linguaggio pop, l’artista mantiene viva l’attenzione attorno al patrimonio e crea, nella mente dello spettatore, un universo immaginario dove convivono, armonicamente, aspetto ludico e didattico. Bolcato - conclude Ferrini - declina appieno la definizione di Museo del futuro, dove gli artisti sono in grado di reinterpretare le collezioni e fornire nuovi spunti di rilettura”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento