Festa dell'Europa, l'ospite di quest'anno è l'esperto di comunicazione Hans-Jörg Trenz

L’intervento di Trenz sarà in lingua italiana. Sarà invece possibile seguire i lavori della Festa dell’Europa collegandosi alla paginawww.centrostudieuropei.it o alla pagina facebook del Centro Studi Europei o scrivendo a vlamattina@unisa.it 

Anche quest’anno il 9 maggio, alle ore 11.00, torna la Festa dell’Europa, l'appuntamento annuale organizzato dal Centro Studi Europei, diretto dal Prof. Massimo Pendenza, in collaborazione con il Dipartimento di Studi Politici e Sociali (DiSPS) dell’Università degli Studi di Salerno. Seminari e dibattiti saranno attivati in forma di webinar sulla piattaforma Microsoft teams.

L'ospite

Ospite dell’edizione 2020 è Hans-Jörg Trenzdell’Università di Copenhagen e del Centro di studi europei moderni (CEMES)che tratterà il tema “solidarietà europea: sfide e opportunità”. Hans-Jörg Trenz è uno studioso di media e comunicazione, sociologia politica e sociologia dell'integrazione europea con precedenti incarichi in Norvegia, Germania e Italia. I suoi ultimi studi trattano il tema della solidarietà transnazionale ed europea e, in particolare, l’impatto delle politiche e dei programmi di solidarietà della UE nel campo della disoccupazione, della migrazione e della disabilità, ma anche le iniziative dal basso verso l'alto e le mobilitazioni di solidarietà della società civile locale.  

La Festa dell'Europa

Come ormai da tradizione la Festa dell’Europa si apre con l’esecuzione dell’‘Inno alla Gioia’, Quartetto d’archi e voce composto dai Maestri del Liceo Musicale Alfano I di Salerno. Dal 1972, la melodia, tratta dalla Nona sinfonia composta nel 1823 da Ludwig van Beethoven che ha messo in musica l’ode di Friedrich von Schiller nel 1785, è utilizzata dall’Unione Europea come proprio inno. I lavori saranno introdotti da Massimo Pendenza, Direttore del Centro Studi Europei dell’Università di Salerno. Per i saluti saranno presenti Gennaro Iorio, Direttore del Dipartimento di Studi Politici e Sociali, e Francesco Amoretti,Presidente del Consiglio Didattico di Studi Diplomatici dell’Università degli Studi di Salerno, Elisabetta Barone, Dirigente scolastico Liceo Statale “Alfano I” di Salerno. E’ previsto l’intervento di Andrea Cozzolino,Europarlamentare. Saranno presenti, oltre agli studenti e ai docenti dell’Università di Salerno, circa 140 studenti, con i rispettividocenti, del Liceo Alfano I e del Liceo Da Procida di Salerno;le scuole sono partner del Modulo Jean Monnet EuCuMe del Centro Studi Europi - Unisa.  L’intervento di Trenz sarà in lingua italiana. E’ possibile seguire i lavori della Festa dell’Europa collegandosi alla paginawww.centrostudieuropei.it o alla pagina facebook del Centro Studi Europei o scrivendo a vlamattina@unisa.it. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si torna in classe dal 25 novembre, ma altri comuni rinviano la riapertura delle scuole

  • Allarme contagi a Pagani: il sindaco rinvia l'apertura delle scuole a gennaio

  • Riapertura della scuole: lezioni sospese fino al 4 dicembre a Giffoni e San Cipriano, l'appello delle mamme di Pontecagnano

  • Scuole chiuse fino al 22 dicembre a Scala e Ravello, posticipo delle lezioni anche a Tramonti

  • Covid-19 a Eboli e Pellezzano: i sindaci prorogano la chiusura delle scuole

  • Assistenza scolastica specialistica: al via il servizio del Comune

Torna su
SalernoToday è in caricamento