Festa dell'Europa, l'ospite di quest'anno è l'esperto di comunicazione Hans-Jörg Trenz

L’intervento di Trenz sarà in lingua italiana. Sarà invece possibile seguire i lavori della Festa dell’Europa collegandosi alla paginawww.centrostudieuropei.it o alla pagina facebook del Centro Studi Europei o scrivendo a vlamattina@unisa.it 

Anche quest’anno il 9 maggio, alle ore 11.00, torna la Festa dell’Europa, l'appuntamento annuale organizzato dal Centro Studi Europei, diretto dal Prof. Massimo Pendenza, in collaborazione con il Dipartimento di Studi Politici e Sociali (DiSPS) dell’Università degli Studi di Salerno. Seminari e dibattiti saranno attivati in forma di webinar sulla piattaforma Microsoft teams.

L'ospite

Ospite dell’edizione 2020 è Hans-Jörg Trenzdell’Università di Copenhagen e del Centro di studi europei moderni (CEMES)che tratterà il tema “solidarietà europea: sfide e opportunità”. Hans-Jörg Trenz è uno studioso di media e comunicazione, sociologia politica e sociologia dell'integrazione europea con precedenti incarichi in Norvegia, Germania e Italia. I suoi ultimi studi trattano il tema della solidarietà transnazionale ed europea e, in particolare, l’impatto delle politiche e dei programmi di solidarietà della UE nel campo della disoccupazione, della migrazione e della disabilità, ma anche le iniziative dal basso verso l'alto e le mobilitazioni di solidarietà della società civile locale.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Festa dell'Europa

Come ormai da tradizione la Festa dell’Europa si apre con l’esecuzione dell’‘Inno alla Gioia’, Quartetto d’archi e voce composto dai Maestri del Liceo Musicale Alfano I di Salerno. Dal 1972, la melodia, tratta dalla Nona sinfonia composta nel 1823 da Ludwig van Beethoven che ha messo in musica l’ode di Friedrich von Schiller nel 1785, è utilizzata dall’Unione Europea come proprio inno. I lavori saranno introdotti da Massimo Pendenza, Direttore del Centro Studi Europei dell’Università di Salerno. Per i saluti saranno presenti Gennaro Iorio, Direttore del Dipartimento di Studi Politici e Sociali, e Francesco Amoretti,Presidente del Consiglio Didattico di Studi Diplomatici dell’Università degli Studi di Salerno, Elisabetta Barone, Dirigente scolastico Liceo Statale “Alfano I” di Salerno. E’ previsto l’intervento di Andrea Cozzolino,Europarlamentare. Saranno presenti, oltre agli studenti e ai docenti dell’Università di Salerno, circa 140 studenti, con i rispettividocenti, del Liceo Alfano I e del Liceo Da Procida di Salerno;le scuole sono partner del Modulo Jean Monnet EuCuMe del Centro Studi Europi - Unisa.  L’intervento di Trenz sarà in lingua italiana. E’ possibile seguire i lavori della Festa dell’Europa collegandosi alla paginawww.centrostudieuropei.it o alla pagina facebook del Centro Studi Europei o scrivendo a vlamattina@unisa.it. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Unisa si prepara al nuovo anno accademico 2020/21: ecco come si potranno seguire i corsi

  • Libri scolastici: come ordinarli online scontati ed in 24h

  • Università di Salerno, alzato il tetto per l'esonero dalle tasse: ecco le cifre

  • Adeguamento delle scuole per le norme anti Covid: a Scafati destinati 300mila euro

  • Ripresa della scuola post Covid, il sindaco di Angri: "In arrivo banchi monoposto, lavori finanziati"

  • Nocera Inferiore, il Comune approva il progetto "Scuole sicure"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento