Covid-19, i passeggeri di Busitalia: "Lasciati a piedi per evitare calca a bordo: come andiamo al lavoro?"

Fermate stracolme e utenti in attesa del bus idoneo ad accoglierli: i disagi denunciati dagli utenti e l'appello al rafforzamento delle corse

Il potenziamento dei pullman, nelle ultime settimane e in particolare, dal 25 maggio, per le linee 8 e 10, c'è stato. Eppure le corse di Busitalia, considerando il distanziamento previsto a bordo per le norme anti-Covid, risultano ancora insufficienti a servire il bacino d'utenza dei passeggeri, specie quello della Valle dell'Irno, ma non solo.

La denuncia

Come ci segnalano alcuni lettori, in particolare, le prime corse mattutine della linea 10, a partire dalle ore 6, non si fermano neppure ad Acquamela e nelle fermate successive, in quanto dopo la partenza da Mercato San Severino e il passaggio per Baronissi centro, il numero massimo di passeggeri da accogliere, risulta già raggiunto. Il che ha creato non pochi problemi ai residenti della Valle dell'Irno che devono recarsi al lavoro a Salerno di mattina presto. La situazione, ad ogni modo, riguarda anche altri passeggeri: a testimoniarlo, le fermate stracolme di persone, come quella in foto (vedi in alto ndr) di via Dalmazia, dove, intorno alle 12 di oggi, numerosi pendolari erano in attesa di poter salire a bordo dei pullman, nella speranza di trovarne qualcuno non affollato. Intanto, ancora sospese le corse festive e dall'azienda fanno anche sapere che il 2 giugno ogni servizio sarà inattivo.

L'appello dei lettori

Siamo i primi a non voler salire a bordo di bus affollati, per il rispetto del distanziamento sociale contro il contagio, ma necessitiamo di essere messi nelle condizioni di raggiungere i luoghi di lavoro: siamo rimasti a piedi in più di un'occasione in quanto gli autisti saltano le fermate, per via, probabilmente, del numero di passeggeri dei bus. Ma  a noi chi dovrebbe trasportarci?  Molti di noi hanno anche un abbonamento: lo abbiamo pagato per non usufruire dei servizi previsti?

Chiediamo un nuovo potenziamento delle corse per far salire a bordo tutti, specialmente nelle prime ore della mattinata e nel pomeriggio, fasce orarie usate da chi lavora e non può fare a meno di viaggiare, se non possiede l'auto.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Morte di Veronica, la Lucarelli contro un giornalista locale: "Era importante specificare che fosse innamorata?"

  • Riapertura scuole in Campania, tamponi su docenti e alunni: De Luca firma l'ordinanza

Torna su
SalernoToday è in caricamento