Sarnese - Savoia 6-5: i granata passano ai rigori

La squadra di mister Pirozzi rimonta lo 0-1 e si impone ai calci di rigore

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

La Sarnese accede ai Sedicesimi di Coppa Italia di serie D. Questa volta alla formazione di mister Pirozzi i rigori concedono il sorriso. Contro il Savoia, infatti, dopo l’uno a uno al termine dei novanta minuti regolamentari, ci vogliono le esecuzioni dagli undici metri per decidere chi è passare il turno. I sarnesi sono impeccabili. Con capitan Siano, Monti, Rescio, Alleruzzo e D’Imporzano che non perdono un colpo non lasciando scampo a Vitiello. Il Savoia, invece, cede all’ultimo penalty: ne segna quattro (con Esposito, Savarese, Ianniello e Incoranato), ma sbaglia quello decisivo con capitan Guarro. Pregevole, nella circostanza, l’intuizione dell’estremo difensore della Sarnese Ricciardi.

Per la sfida contro gli oplontini Pirozzi riserva diverse novità. Spazio a chi fino a questo momento ha avuto un minutaggio inferiore, e riposo per chi invece ha quasi sempre avuto un posto da titolare nel rettangolo di gioco. Il primo tempo riserva decisamente poche emozioni. Vuoi per il caldo, vuoi per i tattismi, le emozioni da gol si contano con il contagocce. Nella ripresa, invece, la gara è più viva. Al quinto gli ospiti passano in vantaggio con Borrelli che insacca su cross di Guarro. La Sarnese, dal canto suo, reagisce e alza i ritmi. Gli uomini di Pirozzi non ci stanno a perdere e iniziano ad attaccare con maggiore consistenza. Al ventitreesimo Errico è ben appostato sul secondo palo per girare a rete di testa un cross di D’Imporzano. Per il centrocampista granata è il secondo sigillo in tre giorni. La gara, intanto, continua a riservare emozioni. Il Savoia batte il calcio d’inizio con Giraldi che calcia a rete: palla sulla traversa. Siano ed Errico, invece, con conclusioni ravvicinate, costringono Vitiello agli straordinari con interventi che esaltano i suoi riflessi. Al trentunesimo la Sarnese resta in dieci per (presunto) fallo da ultimo uomo di Maraucci su Incoronato. Il risultato, però, non cambia più fino al novantesimo. Dal dischetto la Sarnese è più cinica e supera il turno. Gli uomini di Pirozzi, però, sono già nuovamente con la testa al campionato: domenica c’è la trasferta di Budoni.

SARNESE - SAVOIA 1-1 d. c.r. 6-5

Sarnese: Ricciardi, Zara, Lenci (1’ st Arzeo), D’Imporzano, Monti, Caponigro (34’ pt Maraucci), Di Palma (1’ st Errico), Alleruzzo, Siano, Rescio, Noto.

A disposizione: D’Agostino, Matarazzo, Rega, Tarallo.

Allenatore: Pirozzi

Savoia: Vitiello, Falanga, Guaro, Esposito, Scudieri, Nasto, Savarese, Giraldi, Borrelli (16’ st Ianniello), Perretta (41’ st Formisano), Rabbeni (23’ st Incoronato).

A disposizione: Loccisano, Fricano, Fontanarosa, Amoruso.

Allenatore: Vitter

Arbitro: Fourneau di Roma 1

Reti: 5’ st Borrelli (Sav), 23’ st Errico (Sar)

Ammoniti Lenci, Esposito, Savarese e Giraldi.

Espulso: al 31’ st Maraucci (Sar) per fallo da ultimo uomo.

Note: Angoli 5-2 per il Savoia. Recupero: 1’ pt, 4’st.

Sequenza rigori: Siano gol (Sar), Esposito gol (Sav), Monti gol (Sar), Savarese gol (Sav), Rescio gol (Sar), Ianniello gol (Sav), Alleruzzo gol (Sar), Incoronato gol (Sav), D’Imporzano gol (Sar), Guarro parato (Sav).

Torna su
SalernoToday è in caricamento