menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccino Sputnik in Campania, Draghi frena De Luca: "Attenzione ai contratti"

Il premier interviene dopo l'annuncio dell'acquisto delle dosi russe che, però, non hanno ancora avuto il via libera di Ema e Tifa

Il presidente del Consiglio Mario Draghi invita alla cautela il governatore della Campania Vincenzo De Luca sul possibile acquisto del vaccino russo Sputnik contro il Covid-19. Il premier ha spiegato: "Mi riservo di esaminare la parte giuridica di questi contratti. Noi dobbiamo sempre cercare il coordinamento europeo. Starei attento a fare questi contratti. C'è in gioco la salute degli individui. Dobbiamo sempre cercare il coordinamento europeo, poi se non c'è una soluzione, cercheremo un'altra strada. Ma farei attenzione a siglare questi contratti".

L’annuncio 

De Luca, venerdì scorso, ha invitato a più riprese Ema ed Aifa ad accelerare i tempi di verifica del vaccino: "Dopo settimane di confronto e di trattative è stato perfezionato l’accordo. Nell’ambito del Piano regionale di immunizzazione entro l’autunno del 2021 di tutta la popolazione interessata, la possibilità di disporre di altri vaccini aggiuntivi a quelli distribuiti dal Commissario nazionale, consentirà una più certa e tempestiva programmazione e somministrazione del vaccino. Il contratto firmato prevede l'immediata esecutività dopo l’approvazione dell’Ema o dell’Aifa". Poi ha aggiunto: "E’ indispensabile, a questo punto, che le Agenzie di controllo si diano tempi rapidi di verifica e di decisione, adeguati alla gravità della pandemia. Ringrazio l’Ambasciata Italiana a Mosca per il supporto fornito".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento