Bombe nei cantieri dell'Agro per imporre il pizzo: sconto di pena in Appello

L’inchiesta della Dda partì dopo l’esplosione di un ordigno in un cantiere edile di Sant’Egidio del Monte Albino, nel 2016, dove era prevista la costruzione di un centro medico polispecialistico

Sconto di pena per M.G. , 56 anni, finito coinvolto in un'indagine dell'Antimafia per episodi di natura estorsiva, con tanto di bombe, presso alcuni cantieri. La Corte di Appello di Salerno ha rideterminato la pena in 5 anni e 6 mesi di reclusione. In primo grado era stato condannato anche il figlio, G.G. , ad 1 anno e 8 mesi con pena sospesa

L'indagine

Stando alle accuse, vi era un sistema per imporre una sorta di "pizzo" agli imprenditori edili. L’inchiesta della Dda partì dopo l’esplosione di un ordigno in un cantiere edile di Sant’Egidio del Monte Albino, nel 2016, dove era prevista la costruzione di un centro medico polispecialistico. Con una telefonata, dopo l’esplosione della bomba che danneggiò una porta in vetro, padre e figlio avrebbero minacciato il titolare di quel centro, obbligandolo a «rivolgersi alla malavita locale per ottenere protezione in vista dell’apertura della nuova sede». Agli atti d’indagine diverse intercettazioni, nelle quali gli imputati avrebbero fatto esplicito riferimento a quell’ordigno. E ne sarebbe stato promesso anche un altro in futuro, diretto allo stesso imprenditore, sotto la sua macchina. Il rappresentante della ditta in questione avrebbe dovuto versare - secondo le accuse - la somma di 50mila euro, per poi divedere l’appalto con una seconda persona. Un’altra delle vittime invece, impegnata a realizzare per conto sempre di una ditta un sottovia carrabile ad Angri, commissionato da Rete Ferrovie Italiane, fu anch’ella minacciata. Poi toccò ad una società immobiliare, anch’essa raggiunta dalla minaccia di versare 5000 euro per la cessione di una quota di una comproprietà familiare collegata all’impresa stessa. A seguire, un’altra ditta di costruzioni, che avrebbe dovuto assumere personale indicato dagli imputati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campania, parte la zona gialla "rinforzata": ecco cosa si potrà fare (e cosa no)

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Nuovo Dpcm e zona gialla per la Campania: ecco le nuove regole da rispettare

  • Nuovo Dpcm 15 gennaio: ecco cosa dovrebbe cambiare anche in Campania, nelle zone gialle riaprono i musei

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

Torna su
SalernoToday è in caricamento