menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Campagna, settimana della memoria

Campagna, settimana della memoria

Settimana della memoria: Campagna presenta le iniziative in diretta social

Il programma di eventi durerà fino al 10 febbraio. Il primo appuntamento è fissato in agenda sabato 21 gennaio: ragazzi disabili doneranno alla comunità l'albero della memoria: tanti cuori appesi ai rami

Campagna non è solo la patria dei Fucanoli oppure l'amena località da visitare in estate, nei giorni della tradizionale "Chiena" quando i cittadini e i turisti trovano refrigerio nelle strade inondate dal fiume Tenza. Campagna, che il 17 febbraio festeggerà il quinto centenario dell'elevazione al titolo di città, è soprattutto una comunità laboriosa, che riflette, ricorda, difende radici. Stamattina, in diretta social da Palazzo di Città, il sindaco Roberto Monaco ha presentato il programma di iniziative per la "Settimana della memoria", per ricordare le vittime dell'Olocausto con eventi, mostre, conferenze, proiezioni.

Subito una precisazione sull'arco temporale delle celebrazioni: "Per convenzione, l'abbiamo definita settimana della memoria - hanno spiegato gli organizzatori - ma in realtà gli apppuntamenti saranno vissuti in un periodo molto più ampio, che va dal 21 gennaio al 10 febbraio". Il primo evento in agenda è l’albero della memoria. Di cosa si tratta? "I ragazzi disabili di Fili d’Erba e AFCAD hanno costruito un albero in scala reale con frutti particolari: i cuori appesi ai rami. L’albero rappresenta la vita e la collettività. Ognuno può offrire secondo il proprio cuore e la propria generosità: l'albero sociale sarà donato al Museo della memoria. L'appuntamento è in programma sabato 21 gennaio alle ore 10". Sempre il 21 gennaio, sarà scoperta una targa dedicata a Monsignor Palatucci e a Giorgio Perlasca.

Alla presentazione social sono intervenuti il sindaco del Comune di Campagna e rappresentanti del Comune d Eboli, del MOA, cioè il Museo Operazione Avalance, dell'Istituto Confalonieri, del Comitato Giovanni Palatucci. Il 27 gennaio, giornata della memoria, il MOA, con il Liceo Scientifico Statale “Gallotta” di Eboli e il Museo centro studi Palatucci organizzeranno alle 9.30 l'incontro-dibattito su "La Shoah nella memoria europea", con proiezione del film “Conspiracy - Soluzione finale". Dalle ore 17 alle 21, "La vicenda degli ebrei internati a Campagna tra storiografia e memorie", incontro-dibattito con il direttore del Museo Palatucci, Marcello Naimoli, e il Presidente del Comitato, Michele Aiello. Seguirà proiezione del documentario "Una storia diversa. Ebrei a Campagna 1940-1943”.

Il 2 febbraio, interverrà Franco Perlasca figlio di Giorgio che salvò più di 5000 ebrei. "Neanche noi sapevamo - ha detto Franco Perlasca in alcune storiche inteviste - lo scoprimmo negli anni Ottanta e fummo travolti dalla grandezza di mio padre". Il 9 febbraio, invece, interverrà Mario De Simone, il fratello di Sergio. Chi era? Al civico 65 bis di via Morghen, a Napoli, è collocata una targa in sua memoria. Lì, nel 1937, nacque il piccolo di famiglia ebrea. La sua breve vita si concluse ad Amburgo nel 1945: fu impiccato dai nazisti dopo essere stato usato come cavia per esperimenti "scientifici". Il 10 febbraio, giornata conclusiva, gli alunni dell'Istituto Confalonieri presenteranno il carro della memoria, che hanno realizzato per documentare il percorso svolto durante la settimana della memoria.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Salerno: San Matteo ed il Miracolo della Manna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento