Cronaca

Ruggi, la difesa del dg Cantone: "Nessun reato, ecco le carte"

Il manager ha risposto alle accuse dell'ex dg dell'Asl Napoli 2 Nord, Antonio Ferraro. Secondo Ferraro, Cantone avrebbe presentato, allo scopo di essere inserito nell'elenco degli aspiranti manager, un contratto contraffatto con una clinica privata

"Sono orgoglioso del lavoro che ho fatto all'Asl Napoli 2 Nord. Questo lo dico a tutela della dignità della mia persona ma soprattutto dei miei figli". Il direttore generale del Ruggi Nicola Cantone, con una conferenza stampa, ha ribadito che la propria nomina salernitana - luglio 2016 - non viene inficiata dall'inchiesta che lo vede coinvolto.

Il manager ha risposto alle accuse che gli sono state rivolte anche dall'ex dg dell'Asl Napoli 2 Nord, Antonio Ferraro. Secondo Ferraro, il dg Cantone avrebbe presentato, allo scopo di essere inserito nell'elenco degli aspiranti manager, un contratto con una clinica privata che, a giudizio di chi lo accusa, sarebbe stato contraffatto.

Carte alla mano, il manager Nicola Cantone ha replicato alle accuse ricevute su presunte contraffazioni di documenti. "Al massimo - ha precisato -, c'è stata una ristampa di alcuni documenti del curriculum. Oltre l'esperienza presso la clinica, in ogni caso, c'è anche quella ad Aversa. Il dato dei requisiti era già evidente nel 2009, avendo maturato esperienza per oltre 8 anni presso il Comune di Aversa. Non consento a nessuno di gettare ombre sulla mia professionalità e di mettere in dubbio la mia onestà"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruggi, la difesa del dg Cantone: "Nessun reato, ecco le carte"
SalernoToday è in caricamento