rotate-mobile
Cronaca

Caro energia, il monito della Cisl Salerno: "Evitare piagnistei e pensare alle proposte"

Le parole del segretario generale della Cisl provinciale, Gerardo Ceres: "Pronti a collaborare per risolvere i problemi"

"Non vogliamo contribuire ad alimentare sterili piagnistei, alcuni con venature tipiche della campagna elettorale. Ma la realtà economica rischia di compromettersi drammaticamente a causa dell?incremento dei costi energetici che si sono abbattuti in questi mesi sulle aziende e con ulteriori, certi, incrementi futuri". È quanto afferma il segretario generale della Cisl provinciale, Gerardo Ceres.

Le proposte

"Come Cisl - aggiunge Ceres - abbiamo avanzato una serie di proposte per fronteggiare questa pesante crisi dai risvolti prevedibili sia sul piano occupazionale che su quello sociale. Noi sosteniamo la necessità che il nuovo Governo, legittimato dalle urne, qualunque esso sia, deve prevedere, tra le tante misure, un piano di aiuti straordinario per alleggerire il peso delle bollette delle famiglie e un piano di cassa integrazione straordinaria per tutte quelle attività produttive e commerciali non in grado di poter più sostenere i costi energetici, evitando di mettere a rischio la stessa sopravvivenza delle aziende. Il grido di allarme che da più parti viene lanciato deve tradursi nella disponibilità delle parti sociali e della politica all?apertura di una fase di collaborazione, su più fronti, per arginare una crisi dai risvolti pericolosi per la coesione sociale. La Cisl questa disponibilità, pure a livello provinciale, non solo la conferma per sé, ma la sollecita anche da parte degli altri soggetti di rappresentanza". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caro energia, il monito della Cisl Salerno: "Evitare piagnistei e pensare alle proposte"

SalernoToday è in caricamento