menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid-19: picco di contagi in Campania, De Luca analizza i motivi e spiega le prossime mosse

Il Governatore ha mostrato la foto di un assembramento dinanzi al liceo Tasso di Salerno e poi di una festa tra giovani a Napoli, dopo la quale si sono registrati 30 contagi

"Abbiamo cercato di capire insieme le ragioni che hanno portato la Campania ad avere l'incremento più alto, nonostante nella nostra regione siano stati attivati protocolli rigidi: i nostri epidemiologi hanno notato che, nel momento in cui da maggio abbiamo aperto tutto, la Campania è stata la regione più fragile, per via della sua densità abitativa che è la più alta d'italia. Non è un caso che quasi il 70% dei positivi in Campania li abbiano rilevati le tre Asl di Napoli".

Lo ha detto nella consueta diretta social del venerdì, il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca che ha puntato i riflettori sulle ragioni dell'incremento di casi da Covid-19 in Campania. Oltre alla densità abitativa, tra gli altri motivi, De Luca ha ricordato che al Nord i Comuni hanno superato i picchi di contagi in ritardo, rispetto a noi, il boom, quindi, potrebbe registrarsi anche in questo caso più tardi rispetto a noi. "La terza ragione è legata al fatto che lo screening di positivi in Campania è più esteso di quello previsto dal Ministero: anche negli ospedali abbiamo controlli maniacali su chi entra- ha detto - Persistono poi motivi soggettivi quali il comportamento irresponsabile di molti cittadini. Dopo l'estate, da fine luglio ma soprattutto ad agosto, c'è stata una diffusione enorme di comportamenti irresponsabili, come se il Covid non esistesse: questi comportamenti devono rientrare immediatamente in un ambito di responsabilità, anche considerando la riapertura delle scuole e la stagione autunnale con l'epidemia influenzale". Il Governatore ha mostrato la foto di un assembramento dinanzi al liceo Tasso di Salerno e poi di una festa tra giovani a Napoli, dopo la quale si sono registrati 30 contagi. Tra gli altri motivi, la totale assenza di controlli del rispetto delle ordinanze: "E' un dato scandaloso: occorre garantire almeno un controllo costante su bus e treni per fermare chi non ha la mascherina o, se necessario, fermare i mezzi. Anche nei bar i gestori lavorano senza mascherine: chi deve controllarli?".

assembramento-2

Disparità nelle forniture

Il Governatore ha poi ricordato che nei mesi di febbraio, marzo e aprile, la Campania aveva condiviso l'idea della Protezione Civile di dare un'attenzione assoluta alle regioni del nord che avevano picchi di contagio evidenti. Ora però è stata resa nota una evidente disparità non più accettabile in merito alle forniture di dispositivi di protezione e alle attrezzature alle regioni: 140 milioni alla Lombardia, 129 milioni al Veneto ed appena 34 milioni alla Campania. Circa le mascherine, alla nostra regione ne sono state inviate 670mila a fronte dell'oltre 1 milione inviate a Lombardia e Veneto. "Questa sperequazione di forniture inviate dalla Protezione Civile alle Regioni deve finire- sbotta De Luca- Abbiamo adesso inviato la nota di richiesta della Campania per i test rapidi per 1 milione di studenti, oltre che per 30 macchinari per la lettura dei test nelle Asl e 294 ventilatori per gli ospedali, insieme a 116 ventilatori polmonari per le ambulanze". Dopo aver ricordato come il test sierologico salivare non sia ad oggi riconosciuto dal Ministero della Salute, De Luca ha sottolineato che l'obiettivo è l'equivalenza tra nuovi guariti e nuovi contagiati: "Fino a ieri, 430 persone risultano ricoverate negli ospedali, seppur siano asintomatiche, ma non possiamo occupare posti ospedalieri che occorrono ad altri per cui chi è asintomatico potrà usufruire presto di strutture ad hoc ed intanto ci stiamo preparando ad accogliere potenzialmente 20mila pazienti contagiati". Tra gli altri obiettivi, controlli ripetuti negli ospedali, nelle scuole, per avere la situazione sotto controllo, nella speranza che entri in vigore un piano nazionale di monitoraggio, per far rispettare le norme di sicurezza adottate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Indice RT: in Campania il più basso d'Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento