menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco Feniello

Il sindaco Feniello

Tragedia al Rigopiano, Alessio Feniello al sindaco Lacchetta: "Vergogna, vi faccio passare un guaio"

Il papà di Stefano ha partecipato alla trasmissione di Canale 5 "Domenica Live", condotta da Barbara D'Urso, dove ha avuto un duro scontro a distanza con il primo cittadino di Farindola

Nuovo sfogo pubblico di Alessio Feniello, originario di Valva, padre di Stefano, uno dei ragazzi deceduti sotto la valanga di neve all’hotel Rigopiano. Nel pomeriggio  l’uomo ha avuto un’accesa discussione, in diretta su Domenica Live, con il sindaco di Farindola Ilario Lacchetta. “Io non accetto il suo abbraccio – ha tuonato il signor Feniello rivolgendosi al primo cittadino  – ieri ho abbracciato la bara di mio figlio e gli ho promesso che non mi fermerò. Mi vendo tutto, vado a dormire alla stazione di Pescara ma vi faccio passare i guai”.

Feniello ha rivolto alcune domande al primo cittadino, come, ad esempio,  per quale motivo è stata emanata un’ordinanza di chiusura delle scuola e perché, contrariamente, è stato permesso agli ospiti di salire verso l’albergo: “Non è vero che eravate senza connessione internet e senza corrente”. E ancora: “Vergognatevi, lei è una persona inutile. Avete ucciso 29 persone, con quale coraggio andate pure in televisione? L’unica colpa di mio figlio è stata quella di andare a trascorrere il compleanno fuori e voi non avete fatto niente per evitare la tragedia”. Parole piene di rabbia e di dolore a cui il sindaco Lacchetta ha provato a rispondere: “Capisco il suo dolore, ma non credo di avere colpe”. Poi ha lasciato parlare il padre di Stefano rimanendo in silenzio.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento