rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Polla

Incidente mortale sul lavoro a Polla, Vicinanza della Cisal metalmeccanici contro il Prefetto

Vicinanza: "Due morti al mese in provincia, è un massacro. Il prefetto si dimetta se non può garantire i controlli"

"L'ennesima morte sul lavoro in provincia di Salerno è lo specchio dei controlli promessi dalla prefettura. Il prefetto Francesco Russo farebbe bene a dimettersi. Resta il principale responsabile se dall'inizio del 2021 si registrano in provincia due "morti bianche" al mese. Da quando difendo i diritti dei lavoratori non ho mai assistito a una cosa del genere".

Lo ha detto Gigi Vicinanza, componente della segreteria nazionale della Cisal Metalmeccanici, in merito all'ennesima morte sul lavoro nel salernitano, precisamente a Polla. Ieri, infatti, un operaio di 71 anni, Gennaro De Rosa, è caduto da un capannone ed ha perso la vita. "Dove sono i controlli garantiti dalla prefettura negli innumerevoli summit con le organizzazioni sindacali? Semplici, non ci sono. Perché non c'è il personale per farlo, per coprire una provincia così vasta come quella salernitana. E allora lo ribadisco: il prefetto esca dal suo sfarzoso palazzo di piazza Amendola e tocchi con mano la realtà che lo circonda. Se non è in grado di svolgere il ruolo per cui viene pagato farebbe bene a dimettersi. Non si può continuare a morire di lavoro in provincia di Salerno".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente mortale sul lavoro a Polla, Vicinanza della Cisal metalmeccanici contro il Prefetto

SalernoToday è in caricamento