rotate-mobile
Cronaca Torre Orsaia

Tragedia a Torre Orsaia: Josè Antonio D'Adamo sparato da un cacciatore per sbaglio

Sempre nelle campagne di Torre Orsaia, intanto, nel pomeriggio, un uomo di 30 anni, Antonio Speranza, è stato colpito da una fucilata a una gamba mentre raccoglieva funghi

Tragedia, ieri, a Torre Orsaia. Un cacciatore, Josè Antonio D'Adamo, di 46 anni,  è rimasto ucciso nel pomeriggio da un colpo di fucile partito in maniera accidentale durante una battuta al cinghiale alla quale partecipava, insieme ad altri nove cacciatori, in un bosco nella zona di Casalino, a pochi chilometri dal paese.

Secondo i primi accertamenti dei carabinieri, letale per lui un colpo al petto sparato dal fucile di uno dei compagni di battuta. Inutili i soccorsi: Josè è spirato. Sempre nelle campagne di Torre Orsaia, intanto, sempre nel pomeriggio, un uomo di 30 anni, Antonio Speranza, è stato colpito da una fucilata a una gamba mentre raccoglieva funghi. Anche in questo caso, il colpo è partito in maniera accidentale dal fucile di un cacciatore impegnato in una battuta al cinghiale: per lui 35 giorni per guarire. Per concludere, a Corbara, storia simile: un uomo è stato a sua volta ferito da un colpo di fucile, scambiato per un animale. Si indaga.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia a Torre Orsaia: Josè Antonio D'Adamo sparato da un cacciatore per sbaglio

SalernoToday è in caricamento