Innovazione digitale e Beni Culturali, con Pegaso arriva il progetto DARTS

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Martedì 20 dicembre alle ore 10:30, presso la sede dell’Università Telematica Pegaso a Piazza Umberto I – n. 2 in Salerno, avrà luogo la conferenza stampa conclusiva del progetto DARTS “Placetelling: Come raccontare una città nell’era digitale”, nato dalla collaborazione tra il Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali, l’Università Telematica Pegaso, l’Associazione per la Protezione e la Promozione del Corvin Castel e il Muzeul Municipal Campulung, (Romania), il Landcommanderij Alden Biesen (Belgio). L’iniziativa è finanziata dal programma “Europa Creativa” dell’Unione Europea. Sono previsti gli interventi di: Alfonso Andria, presidente del Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali; Danilo Iervolino, presidente dell’Università Telematica Pegaso; Laurea Benassi, progect manager di DARTS; Colomba la Ragione, coordinatrice del progetto DARTS per Pegaso; Alessandro Avataneo, regista.

Il progetto DARTS (DigitalArtsStorytelling) ha inteso valorizzare i complessi storici non tanto quali siti di interesse architettonico e artistico, ma come testimoni di vicende del passato. Il fine è di far rivivere storie, luoghi e personaggi, mediante l’utilizzo da parte di giovani artisti della scrittura creativa e di prodotti digitali. Proprio per questo motivo sono stati istituiti due concorsi internazionali ai quali partecipano opere ispirate a personaggi realmente esistiti in diverse epoche e in Piazza Trieste e Trento 48, Palazzo Zapata 80132 Napoli / tel. 800.185.095 / ufficio.comunicazione@unipegaso.it / www.unipegaso.it alcuni dei luoghi più suggestivi dei Paesi partner: Villa Rufolo a Ravello (Italia), Corvin Castel (Romania), Landcommanderij Alden Biesen (Belgio).

Torna su
SalernoToday è in caricamento