menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nocera Inferiore, martellate alla famiglia per estorcere soldi: 50enne sotto processo

Gli episodi risalgono al gennaio scorso. Vittima della violenza del figlio il padre, ma anche la zia in un'occasione. Il primo, minacciato costantemente di morte e picchiato con calci e pugni

Avrebbe minacciato di morte e picchiato più volte, anche con un martello, il padre. Solo per avere dei soldi. Ora sarà processato dopo richiesta di giudizio immediato, avanzata dalla procura di Nocera Inferiore, un uomo di 50 anni, accusato di maltrattamenti e allontanato dal gip, in fase d'indagine, dalla casa familiare con apposita ordinanza cautelare.

Martellate alla famiglia

Gli episodi risalgono al gennaio scorso. Vittima della violenza del figlio il padre, ma anche la zia in un'occasione. Il primo, minacciato costantemente di morte e picchiato con calci e pugni. «Se non mi dai i soldi vengo li e ti spacco la testa», così minacciava il 50enne, che in un caso agitò anche un martello per intimidire il padre. E tutto questo per 40 o 50 euro che l'uomo era costretto a sborsare, per far placare la furia del figlio. Il medesimo approccio l'uomo lo avrebbe avuto anche nei riguardi della zia, alla quale tentò di estorcere 30 euro. Sempre con la promessa di botte, con il martello ben in vista, a mettere paura alla donna. La procura, con l'indagine chiusa ha mandato l'uomo sotto giudizio in virtù dell'evidente quadro probatorio messo insieme nei suoi confronti. Le accuse sono maltrattamenti e tentata estorsione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento