Cronaca

Omicidio di Giffoni, familiari e amici ricordano Domenico Pennasilico

La Santa Messa è stata celebrata in una chiesa di Giffoni Sei Casali. La famiglia, affranta dal dolore e da tanta rabbia, ha ribadito fiducia nella magistratura auspicando che vengano consegnati alla giustizia gli autori del delitto

La vittima

Ad un mese dall'omicidio che ha sconvolto l'intera comunità dei Picentini, oggi è stata celebrata, nel comune di Giffoni Sei Casali, la santa messa in ricordo di Domenico Pennasilico, l’uomo ucciso per futili motivi legati al pascolo del bestiame.

Il delitto

Domenico è stato ucciso il 23 aprile dopo una mattinata apparentemente tranquilla. Quel giorno, dopo aver salutato la moglie per l'ultima volta, uscì insieme al figlio per recarsi a lavoro nei pascoli. Nel primo pomeriggio – secondo quanto ricostruito dagli inquirenti - mentre si accingevano a recuperare alcuni capi, si trovarono davanti a chi, senza pietà, aprì il fuoco contro di loro; il figlio, a poca distanza dal padre, miracolosamente riuscì ad allontanarsi per chiamare aiuto.

Ancora oggi non vi sono stati arresti, ma cinque persone risultano indagate per il delitto. La famiglia, affranta dal dolore e da tanta rabbia ed assistita dai legali Massimo ed Emiliano Torre e dall’ingegnere Balisto Lima, ha ribadito più volte fiducia nella magistratura auspicando che vengano consegnati alla giustizia gli autori dell’omicidio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Giffoni, familiari e amici ricordano Domenico Pennasilico

SalernoToday è in caricamento