Omicidio di Massimiliano Nastri, scattano le prime perquisizioni dei carabinieri

Il sostituto procuratore antimafia Rocco Alfano ha disposto l’esame autoptico con il conferimento dell’incarico nella giornata di domani mentre l’esame vero e proprio verrà effettuato in settimana

Foto Facebook

Continuano senza soste le indagini dei carabinieri di Battipaglia sulla morte di Massimiliano Nastri, il pregiudicato di Pontecagnano Faiano ucciso due sere fa in via Pertini da quattro colpi di pistola che lo hanno raggiunto al petto, all'addome e alla testa, davanti agli occhi della madre. La pista che continua ad essere battuta è quella della droga: Nastri aveva diversi precedenti e attualmente aveva l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.  Per questo nelle ultime ore i militari dell’Arma hanno messo in atto diverse perquisizioni a carico di pregiudicati residenti nei Picentini, nella Piana del Sele e anche nella città di Salerno, in particolare nel mondo dello spaccio di sostanze stupefacenti. 

Per quanto riguarda, invece, la dinamica dell’incidente non è escluso che Nastri abbia avuto una lite con suoi aggressori, che potrebbero essere stati due. Intanto il sostituto procuratore antimafia Rocco Alfano ha disposto l’esame autoptico con il conferimento dell’incarico nella giornata di domani mentre l’esame vero e proprio verrà effettuato in settimana. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma tra le due Nocera, giovane geometra si toglie la vita

  • Eboli, sequestrata una macelleria: il proprietario tenta di aggredire i carabinieri

  • Via Pietro del Pezzo: rissa in pizzeria, intervengono i carabinieri

  • Ultras Salernitana a lutto: è morto Antonio Liguori

  • Settecentomila lettere in partenza dall'Agenzia delle Entrate

  • Roccadaspide, raccoglie castagne cadute sulla strada: minacciato con un'ascia per il "furto"

Torna su
SalernoToday è in caricamento