menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pagani, spaccio e scambio di dosi di coca: in quattro rischiano il processo

Secondo le ricostruzioni portate avanti dai carabinieri della tenenza di Pagani, in particolare, i primi tre effettuavano lo smercio, in concorso, con il quarto, impegnato nelle mansioni di palo e gli altri due esecutori materiali.

Rischiano il processo, con le accuse contestate di spaccio in concorso, quattro persone di Pagani, tutti già noti alle forze dell’ordine per precedenti specifici nell’ambito dello smercio di sostanze stupefacenti, con l’udienza preliminare in via di fissazione davanti al gup del tribunale di Nocera Inferiore. La vicenda giudiziaria riguarda alcune cessioni di dosi di cocaina.

Le indagini

Secondo le ricostruzioni portate avanti dai carabinieri della tenenza di Pagani, in particolare, i primi tre effettuavano lo smercio, in concorso, con il quarto, impegnato nelle mansioni di palo e gli altri due esecutori materiali. Un episodio specifico di cessione di sostanze stupefacenti risale al 6 agosto del 2018. I militari individuarono il terzetto impegnato a monitorare e scambiare la dose in questione con il corrispettivo economico, con un pagamento di appena 15 euro complessivi, questo il prezzo d’una dose singola. Uno dei quattro finì poi fermato dai carabinieri, subito dopo aver acquistato il pallino di droga. All’atto del controllo, l’uomo 47enne negò tutto, nonostante fosse chiaro ed evidente il suo ruolo di acquirente: aveva comprato la droga e gli era stata consegnata dal terzetto, ma di fronte ai militari non collaborò, contestando, al contrario, qualsiasi addebito, e negando le circostanze figlie della ricostruzione dei militari. In particolare, non fornì alcuna indicazione sull’identità dei venditori di droga, riferendo di averla presa a Napoli, di essere stato lì per l’acquisto e poi di essere tornato in città. I carabinieri non credettero a tale versione, nonostante fosse evidente per l'imputato il tentativo di eludere le investigazioni: l’imputato, adesso, compare nel procedimento penale con l’accusa di intralcio alla giustizia.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento