Porto di Salerno, sciopero dei lavoratori per il rinnovo del contratto

Esplode la protesta a seguito dell'interruzione del negozionato a livello nazionale. In campo Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti

Sciopero nazionale dei porti nella giornata di giovedì 23 maggio 2019. I lavoratori portuali incroceranno le braccia per 24 ore anche a Salerno, come confermato dai sindacati Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La vertenza

Al centro della protesta “l'interruzione del negoziato, dovuta all'indisponibilità datoriale, per il rinnovo del contratto nazionale del settore".  "Nel corso delle assemblee che si sono tenute in tutto il Paese con i lavoratori portuali - riferisce la Federazione dei Trasporti della Cgil - abbiamo riscontrato condivisione e sensibilità alle motivazioni della vertenza a salvaguardia del lavoro portuale e delle proprie specificità". "Domani nell'ambito dello sciopero - prosegue - si terranno presidi locali presso le prefetture, le sedi istituzionali dei porti ed i varchi portuali, oltre che in concomitanza con la conferenza annuale dell'Organizzazione dei Porti Europei Espo a Livorno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus a Cava de' Tirreni, morto luogotenente dei carabinieri

  • Covid-19: situazione drammatica al Ruggi, anziana in gravissime condizioni

  • Dramma a Calvanico: giovane trovato senza vita, si ipotizza il suicidio

  • Covid-19: altri 3 contagi a San Mango, nuovi casi a San Severino, Sarno, Vibonati e Nocera

  • Covid-19: contagi in diminuzione in Campania, l'analisi dei dati

  • Covid-19: in Campania 2.677 contagi, 8 nuovi positivi a Salerno città

Torna su
SalernoToday è in caricamento