Cronaca

Rapinarono banche a Maiori e Positano, tre arresti

Blitz dei carabinieri in diversi comuni della provincia di Napoli: tre uomini sono stati arrestati per rapine in banca commesse nei mesi scorsi in costiera Amalfitana

Immagine di repertorio

Avevano messo a segno nei mesi scorsi due rapine in banca in costiera Amalfitana, prima alla filiale del Banco di Napoli a Maiori poi alla filiale del Monte dei Paschi di Siena a Positano: tre persone della provincia di Napoli sono state tratte in arresto dai carabinieri della compagnia di Amalfi, agli ordini del capitano Alberto Sabba

Le indagini dei militari avevano preso il via lo scorso 24 aprile, quando due sconosciuti a volto scoperto, insieme ad un terzo complice che faceva da palo all'esterno, rapinarono l'istituto di credito di Minori con un paralizzatore elettrico: gli impiegati furono rinchiusi in un archivio e i malviventi portarono via 13500 Euro in contanti. Le indagini presero una notevole accelerata il 31 maggio quando, a Positano, in un analogo episodio alcuni malfattori portarono via 30mila Euro e 25mila dollari, anche in quel caso dileguandosi e facendo perdere le proprie tracce.

Grazie all'analisi dei filmati delle telecamere a circuito chiuso, a rilievi dattiloscopici e all'analisi dei flussi telefonici i carabinieri accertarono che a colpire le due banche erano state le stesse persone. Su disposizione dei sostituti procuratori Katia Cardillo e Antonio Cantarella, diretti dal procuratore della Repubblica di Salerno Franco Roberti e in esecuzione di un provvedimento del giudice per le indagini preliminari del tribunale di Salerno, questa mattina i militari della compagnia amalfitana hanno eseguito perquisizioni domiciliari a carico di tre persone residenti in provincia di Napoli, traendo quindi in arresto S. D. V., 23 anni, nato a Villaricca e residente a Giugliano, celibe, nullafacente e già noto alle forze dell'ordine; P. R., 24 anni, nato a Napoli e residente a Qualiano, celibe, nullafacente ed incensurato; M. A., nato a Mugnano di Napoli, 27 anni, residente a Villaricca, celibe, imprenditore e già noto alle forze dell'ordine.

I tre, riferiscono i carabinieri, sono stati riconosciuti dall'autorità giudiziaria responsabili di rapina in concorso e sequestro di persona e condotti presso il carcere di Salerno, zona Fuorni.

 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinarono banche a Maiori e Positano, tre arresti

SalernoToday è in caricamento