rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca

Sanità, ridotti i ticket per farmaceutica e pronto soccorso: soddisfatto Caldoro

Il governatore: "Dopo quattro anni abbiamo risanato i conti. Ora saranno 250mila i campani che avranno un effetto diretto con l'esenzione totale, a cui si aggiungerà un altro milione di contribuenti"

Al via dal 1 gennaio 2015 la riduzione dei ticket sanitari per la farmaceutica, l’assistenza specialistica ambulatoriale, le prestazioni termali e i codici bianchi di pronto soccorso. Lo annuncia il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro, che dopo il risanamento di bilancio avvenuto nel corso degli ultimi quattro anni, ora punta ad iniziare una graduale riduzione delle tasse nel comparto sanitario. Per quanto riguarda la farmaceutica i criteri precedenti perdevano per i nuclei familiari con redditi superiori a 13mila euro, 2 euro a ricetta + 1,5 euro a confezione di farmaco con brevetto in corso. Con i nuovi criteri saranno totalmente esenti i nuclei familiari composti da 1 o 2 persone con redditi fino a 15mila euro; da 3 persone con redditi fino a 18mila euro; da 4 o 5 persone con redditi fino a 22mila euro e quelli composti da almeno 6 persone con redditi fino a 24mila euro.
 
Finora i criteri per l’assistenza specialistica ambulatoriale e prestazioni termali prevedevano per i pazienti appartenenti a nuclei familiari con reddito superiore a 13mila euro annui una quota regionale di 10 euro oltre a ticket statale. Con i nuovi, invece, per i pazienti appartenenti a nuclei familiari con reddito tra 13mila e 36.151,98, la quota regionale sarà di 5 euro. Inoltre i criteri precedenti prevedevano per i nuclei familiari con redditi superiori a 13mila euro, una quota regionale di 10 euro oltre a ticket statale. Con i nuovi criteri saranno totalmente esenti dalla quota regionale: i nuclei familiari composti da 1 o 2 persone con redditi fino a 15mila euro; da 3 persone con redditi fino a 18mila euro; da 4 o 5 persone con redditi fino a 22 mila euro; da almeno 6 persone con redditi fino a 24mila euro.
 
Infine per quanto riguarda i codici bianchi pronto soccorso fino ad oggi i criteri prevedevano per i pazienti  appartenenti a nucleo familiare con reddito superiore a 13mila euro una quota di 50 euro. Con i nuovi criteri si avrà una riduzione del ticket da 50 a 25 euro. La quota regionale per l’accesso è eliminata, resta solo la quota statale. “Abbiamo risanato i conti - spiega Caldoro – a beneficio dei cittadini: saranno 250mila i campani che avranno un effetto diretto con l’esenzione totale dai ticket, a cui si aggiungerà un altro milione di contribuenti per la rimodulazione. Questo è un segnale di buon governo. La riduzione/esenzione dei ticket sanitari a partire al più tardi dal primo gennaio prossimo è stata possibile perché abbiamo messo i conti in ordine, ogni euro che abbiamo risparmiato non resta nelle casse del palazzo ma viene usato per il bene dei cittadini, delle fasce deboli. Andiamo avanti decisi e determinati, con forza".

Per il governatore "non abbiamo bisogno di trovare le coperture economiche, le abbiamo già, è una misura indipendente dal dibattito attuale con il governo nazionale sugli eventuali tagli prospettati. Il Governo ha varato la misura degli 80 euro, ben venga, ma intanto copre una platea inferiore rispetto alla nostra. In più loro devono trovare le coperture, noi invece le abbiamo già. Per decenni – sostiene il governatore - la sanità è stata gestita come contenitore elettorale solo per fare voti e non nell’interesse dei cittadini. Una cosa gravissima, noi abbiamo messo ordine, non abbiamo interessi di carattere elettoralistico, ma solo dare ai cittadini ciò che spetta loro. In futuro, non dovendo più coprire il disavanzo in Campania si libereranno risorse per ulteriori investimenti in sanità. E’ una misura coerente con quanto abbiamo fatto finora  - conclude Caldoro - ed è la risposta a tutti quelli che evidenziavano della sanità solo gli aspetti critici”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, ridotti i ticket per farmaceutica e pronto soccorso: soddisfatto Caldoro

SalernoToday è in caricamento