Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca Torre Angellara / Via Generale Clark

Amianto nell'ex Marzotto: la Cisl e l'Adiconsum contro l'Inps

La vicenda riguarda i lavoratori in pensione dello stabilimento di via Generale Clark ai quali l'Inps ha proceduto con modalità di trattenuta del quinto della pensione

La Cisl e l'Adiconsum di Salerno hanno presentato alla Procura della Repubblica una denuncia contro l'Inps per la trattenuta, ritenuta indebita, del quinto della pensione ai dipendenti dell'ex Marzotto. La vicenda riguarda i lavoratori in pensione dello stabilimento di via Generale Clark ai quali l'Inps ha proceduto con modalità di trattenuta del quinto della pensione. Il Presidente, il Direttore Generale e il Direttore Regionale della Campania dell’Inps sono stati interessati dalla segnalazione/denuncia del sindacato e dell'associazione di categoria.

"Dopo la pubblica assemblea del settembre scorso in cui sono state decise, unitamente agli ex lavoratori Marzotto, le azioni da intraprendere in caso di persistenza dell’abuso perpetrato dall’Inps di Salerno – ha commentato il segretario generale della Cisl Salerno, Matteo Buono – non abbiamo potuto fare altro che procedere a segnalare il tutto alla Procura di Salerno affinchè accerti l’eventuale sussistenza di una serie di atti tesi a una sorta di abuso di posizione dominante e un’eventuale appropriazione indebita esercitati dall’Istituto Previdenziale in danno degli attuali pensionati, ex dipendenti Marzotto sottoposti a esposizione amianto".  "L’Inps di Salerno, nonostante le ripetute segnalazioni di Adiconsum Cisl Salerno, avendo il così detto possesso/gestione del trattamento economico pensionistico – ha affermato Antonio Galatro , presidente dell’Adiconsum di Salerno - agisce motu proprio continuando a trattenere, in danno delle persone interessate, la quinta parte della pensione sull’importo totale lordo non considerando il minimo vitale, determinato in € 516,45”. La denuncia è basata sulla sentenza della Corte Costituzionale che, nella sentenza n. 18225/2014, ha dichiarato impignorabile la parte della pensione, assegno o indennità necessaria per assicurare al pensionato i mezzi adeguati alle esigenze di vita. “ Oggi accade - continua Galatro - ad esempio, che l’Inps di Salerno, su una pensione lorda di 800,00 euro, pratichi una trattenuta del quinto di 160,00 euro, quando, viceversa, detta trattenuta dovrebbe ammontare a euro 56,70. Un vero e proprio sopruso da parte dell’INPS che, viceversa, dovrebbe tutelare lavoratori e cittadini che hanno redditi modesti" conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amianto nell'ex Marzotto: la Cisl e l'Adiconsum contro l'Inps
SalernoToday è in caricamento