Inchiesta a San Mauro Cilento: amministratori e segretario tornano in libertà

Sono stati rimessi in libertà gli amministratori locali, il segretario comunale ed il titolare di un impresa per la gestione dei rifiuti, coinvolti nell’inchiesta condotta dalla Procura di Vallo della Lucania

Sono stati rimessi in libertà gli amministratori locali, il segretario comunale ed il titolare di un impresa per la gestione dei rifiuti, coinvolti nell’inchiesta condotta dalla Procura di Vallo della Lucania, che il 30 maggio scorso portò all’arresto di nove persone a San Mauro Cilento

Le decisioni dei giudici

Il Tribunale ha rimesso in libertà l’ex sindaco ed altri ex amministratori indagati, dsiponendo per tutti l’obbligo di dimora e la firma presso la stazione carabinieri. Per l’imprenditore coinvolto nell’inchiesta è stato previsto anche l’allantonamento dai pubblici uffici per un anno. Le accuse per tutti sono, a vario titolo, di concussione ed abuso d’ufficio. Nell'indagine furono coinvolti il sindaco sindaco Carlo Pisacane, gli assessori Feranando Marrocco e Angelo Di Maria, due consiglieri comunali (Fabrizio Cusatis e Pasqualino Volpe), il segretario generale Claudio Auricchio, dei funzionari dell’ufficio tecnico e ragioneria (Franco Volpe e Angelo Cilento), l’amministratore di una ditta di trasporti operante nel settore rifiuti (Alfonso Palmieri).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

  • Decreto del 4 dicembre: che cosa succederà a Natale, le indiscrezioni

  • Sangue in strada: accoltellamento a Pastena, fermato un uomo

  • Covid-19: muore un 34enne ad Agropoli, nuovi casi a Caggiano e Pagani

Torna su
SalernoToday è in caricamento