Cronaca

Incarichi sospetti al Comune di San Valentino Torio, Strianese tra gli indagati: "Fiducia nella magistratura"

Nel mirino della Procura di Nocera Inferiore anche l segretario generale Maria Senatore, gli assessori Rosanna Ruggiero, Giancarlo Baselice, Giuseppe Pascale, Vincenzo Ferrante e i funzionari Giovanni Pellegrino e Giancarlo Migliaro

C’è anche il sindaco Michele Strianese tra gli otto indagati (tra politici e dirigenti comunali di San Valentino Torio) accusati di abuso d’ufficio in concorso, a seguito di una denuncia presentata da un cittadino all’Autorità Giudiziaria. Gli altri sono il segretario generale Maria Senatore, gli assessori Rosanna Ruggiero, Giancarlo Baselice, Giuseppe Pascale, Vincenzo Ferrante e i funzionari Giovanni Pellegrino e Giancarlo Migliaro. I fatti risalgono agli anni 2016, 2017 e 2918 quando l’Amministrazione comunale divise in due l’Area Tecnica. Nel mirino della Procura, in particolare, le nomine di Pellegrino quale responsabile del servizio del settore edilizia privata e di Migliaro quale responsabile del settore tecnico: per entrambe sarebbero state violate una serie di articoli del decreto 267 del 2000. Sotto la lente d’ingrandimento degli inquirenti deliberi, atti e determine della Giunta. 

Il commento

Strianese, che è anche presidente della Provincia, ha comunicato ai suoi cittadini di aver ricevuto l’informazione di garanzia e spiega i motivi che lo hanno spinto a dividere in due l’Area Tecnica: “Volevamo fornire maggiori risposte ai cittadini sul versante dell' edilizia e della pianificazione territoriale, sia pubblica che privata, per efficientare i servizi alla comunità e tenere il paese più pulito. Un modo per rafforzare gli uffici e offrire maggiori servizi a tutti.In pratica due persone a lavorare anziché una sola. Il magistrato inquirente ci accusa di alcune violazioni di legge e di aver perpetrato danni erariali, con riferimento ai quali forniremo le dovute spiegazioni”. Poi Strianese ricorda che “lo stesso cittadino aveva denunciato il fatto anche alla Procura Regionale della Corte dei Conti che, dopo aver indagato anch' essa sulla procedura, ha già archiviato la questione nel 2019 ritenendo non ci fossero elementi da contestare (allego il provvedimento di archiviazione).In pratica la Corte dei Conti ha certificato sulla regolarità della procedura e soprattutto che non sia stato procurato alcun danno erariale all' Ente”. Infine, conferma di avere “massima fiducia nella magistratura. Sono un uomo delle istituzioni. E sono sicuro che, come sempre, la mia coscienza è a posto e soprattutto che le procedure siano state fatte nel massimo rispetto della legge.Vedrete che anche la Procura della Repubblica di Nocera Inferiore, dopo gli ulteriori approfondimenti, archivierà la nostra posizione”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incarichi sospetti al Comune di San Valentino Torio, Strianese tra gli indagati: "Fiducia nella magistratura"

SalernoToday è in caricamento